Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Petrucci si fa il regalo di compleanno

Juniores. Ad Altivole il veronese firma il primo squillo dell’anno, secondo Raccani

ALTIVOLE. La maggiore età l'ha raggiunta solo mercoledì e migliore regalo non poteva farsi. Mattia Petrucci, talento veronese dell'Autozai Contri, firma il primo squillo 2018 del team Juniores di Illasi, alzando le braccia al 15º Trofeo Ristorante Alla Colombera. Suo lo sprint a due sul vicentino Simone Raccani della Borgo Molino Ormelle, con cui s'invola sulle rampe della Forcella Mostaccin ai meno 20 km. Fanno presto il vuoto, il gruppo li rivede solo al traguardo. Al trentino Edoardo Zam ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ALTIVOLE. La maggiore età l'ha raggiunta solo mercoledì e migliore regalo non poteva farsi. Mattia Petrucci, talento veronese dell'Autozai Contri, firma il primo squillo 2018 del team Juniores di Illasi, alzando le braccia al 15º Trofeo Ristorante Alla Colombera. Suo lo sprint a due sul vicentino Simone Raccani della Borgo Molino Ormelle, con cui s'invola sulle rampe della Forcella Mostaccin ai meno 20 km. Fanno presto il vuoto, il gruppo li rivede solo al traguardo. Al trentino Edoardo Zambanini (Campana Imballaggi) resta la volata dei battuti, vinta su Alex Tolio (Pressix). Petrucci, secondo anno di Dossobuono di Villafranca, aveva raccolto l'unico podio (terzo) due settimane fa a Cantù ed è fra gli elementi più interessanti della categoria, tanto che ha partecipato al recente raduno azzurro di Cittadella e punta a guadagnare la convocazione per Europei e Mondiali. Già campione nazionale Allievi nel 2016, la stagione scorsa aveva impreziosito i due sigilli individuali - Piccola San Geo e Gp Madonna delle Grazie - con il trionfo tricolore nella cronosquadre. Nota a margine: il severo tracciato della corsa targata Postumia 73 - il secondo circuito di 7,6 km ripetuto sei volte fra le colline di Monfumo, poi l'unica ascesa al Mostaccin, affrontato in mattinata dalla Granfondo di Asolo - spedisce a casa anzitempo metà gruppo. Chi riesce a spuntarla, nella fattispecie Petrucci, deve avere indubbia dimestichezza con la salita, nonché, visto l'epilogo, spunto veloce. I suoi tecnici lo definiscono “passista”, lo scalpo della Colombera evidenzia il netto cambio di passo in una stagione che, alla luce della crescente importanza della categoria, può già orientarne la carriera.

Ordine d'arrivo: 1) Mattia Petrucci (Autozai Contri) 98 km in 2h29'14”, media 39,401, 2) Simone Raccani (Borgo Molino Rinascita Ormelle); 3) Edoardo Zambanini (Campana Imballaggi) a 24”, 4) Alex Tolio (Pressix), 5) Christophe Consolaro (Autozai Contri), 6) Kevin Bonaldo (Giorgione), 7) Nicolò Lunardon (Pressix), 8) Alberto Dainese (Contri Autozai), 9) Christian Bonanni (Borgo Molino), 10) Michele Vazzoleretto (Banca della Marca Orsago). (m.t.)