Giro d’Italia 2018, finale a Vittorio

Allo studio la partenza da Praga e il grande epilogo nella Città della Vittoria

VITTORIO VENETO. Il Giro d’Italia del 2018, che festeggerà la 101ª edizione, partirebbe da Praga per concludersi a Vittorio Veneto e potrebbe comprendere una partenza di tappa da Santa Maria di Sala.Le indiscrezioni sono emerse a Castelfranco in occasione del convegno dei giudici di gara. Non si tratterebbe della prima volta di Vittorio Veneto come approdo finale della Corsa Rosa.

La prima volta accadde il 12 giugno 1988 con la semitappa del mattino vinta dallo svizzero Urs Freuler e la cronometro del pomeriggio firmata dal polacco Lech Piasecki. Storica maglia rosa finale con la prima vittoria di un professionista americano al Giro d’Italia Andrew Hampsten. Nel 2018 si celebrano i 100 anni della vittoria nella Grande Guerra. Nel 1988 terminò a Vittorio Veneto anche il Giro d’Italia dilettanti; la tappa venne vinta dal trevigiano Ivan Parolin, il Giro dal russo Dimitry Konychev.

Ci saranno tre giudici di gara a rappresentare il Veneto alla Milano-Sanremo inprogramma il 18 marzo. Si tratta delle trevigiane Chiara Lovat e Matteo Brusatin e della padovana Chiara Compagnin. I primi due saranno giudici di gara in moto. A rilevarlo è stato ieri Antonio Pagliara, presidente della Commissione Nazionale Nazionale Giudici di Gara, intervenendo a Castelfranco al 45º Convegno tecnico regionale preparato alla vigilia della partenza dell'attività su strada. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi