In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Terza categoria e Juniores Ecco i gironi delle trevigiane

TREVISO. Diramata la composizione dei gironi di campionato della Terza categoria al via il 25 settembre per Treviso. Ai nastri di partenza ci sono 14 società trevigiane complice la rinascita di...

1 minuto di lettura

TREVISO. Diramata la composizione dei gironi di campionato della Terza categoria al via il 25 settembre per Treviso. Ai nastri di partenza ci sono 14 società trevigiane complice la rinascita di Arcade e Casier Dosson, tornate a svolgere attività di prima squadra dopo un periodo di assenza. Ramon e Morosini Biancade le retrocesse dalla Seconda. Confermata la suddivisione dell'anno scorso: 11 squadre vengono inserite nel girone di Treviso insieme alla padovana Nuova Loreggia e alla bellunese Pezzin SP 1 (girone "dispari" con turno di riposo), mentre Cessalto, Evolution Team e Morosini Biancade finiscono nel gruppo sandonatese. Stabiliti anche i gironi degli juniores provinciali.

Terza Categoria. Girone di Treviso (13 club): Arcade, Campolongo, Casier Dosson, Fanzolo, Marocco, Nuova Loreggia, Padernello, Pederobba, Pezzin SP 1, Ramon, Salvarosa, Treville S. Andrea e Union Feletto Vallata. Girone di S. Donà (12 club): Cessalto, Evolution Team, Morosini Biancade, Altino, Annonese, Eraclea Crepaldo, Giussaghese, Lido di Jesolo, Meolo, Sangiorgese, Torre di Mosto e Villanova.

Juniores provinciali. Girone A (11 club): Campolongo, Cappella Maggiore, Codognè, Fontanelle, Godega, Gorghense, S. Giustina, S. Michele Salsa, S. Vendemiano, Uniongaia e Vitt S. Giacomo. Girone B (11 club): Campigo, Casier Dosson, Fossalunga, Padernello, Resana, Rio, Salvatronda, S. Floriano, Treville S. Andrea, Unione Sile e Zero Branco. Girone C (10 club): Altivolese Maser, Asolo, Barbisano, Caerano, Follinese, Giavera, Montello, Ramon, S. Gaetano e S. Lucia Susegana. L'Union Rsv di Riese, Spineda e Vallà è inserito nel girone bassanese. Morosini Biancade e Team Biancorossi trovano spazio in quello sandonatese.

Alberto Zamprogno

I commenti dei lettori