Ottoni: «Obiettivo playoff...»

TREVISO. Il suo Treviso è in piena rincorsa, ma se gli parli di possibilità di riaggancio in vetta mister Claudio Ottoni preferisce il basso profilo. «Ma no, ma quale aggancio, non vogliamo pensarci:...

TREVISO. Il suo Treviso è in piena rincorsa, ma se gli parli di possibilità di riaggancio in vetta mister Claudio Ottoni preferisce il basso profilo. «Ma no, ma quale aggancio, non vogliamo pensarci: ai ragazzi dico sempre di concentrarsi solo sulla prossima partita, non ci possiamo permettere previsioni, tabelle e quant’altro. Fino ad un paio di mesi fa sappiamo bene dove eravamo, e non lo dico solo per decenza, quindi è molto meglio vivere alla giornata. Semmai aspettiamo le prossime 4-5, se saremo ancora lì allora sicuramente ce la giocheremo»

Ottoni che fate, giocate a nascondino?

«Ma noi non vogliamo nasconderci: stiamo attraversando un ottimo momento, al tempo stesso dobbiamo continuare come stiamo facendo, con umiltà, anche se naturalmente siamo consapevoli che il Treviso è una buona squadra».

E quindi qual è il vostro reale obiettivo?

«Quello di migliorarci sempre, di domenica in domenica, risalendo progressivamente la china. Domenica scorsa per la verità speravo di essere secondo, ma è stato importante che la Vigontina abbia perso in casa, anche se è stata parecchio sfortunata e non meritava di perdere 4-1: ha preso pali, traverse, ha mancato occasioni, salvataggi sulla riga mentre il Martellago ha sfruttato tutto ciò che poteva. Voglio dire che i padovani non mi sembrano in crisi, gli mancavano parecchi titolari: si tratta solo di un episodio».

I suoi risultati degli ultimi mesi non sono però esaltanti.

«È vero, ma il distacco era rimasto più o meno invariato. La Vigontina può anche permettersi qualche passaggio a vuoto, sta vivendo di rendita, sfruttando nel momento difficile il vantaggio accumulato prima: accade a tante squadre ad ogni livello».

Ma è una società che può puntare alla serie D?

«All’inizio non avevano quell’obiettivo, ma ora immagino che con questi risultati avranno iniziato a crederci».

Voi invece ci credete?

«Puntiamo al mantenimento dei playoff, poi si vedrà. E poi con la storia dei ripescaggi non si sa mai, sarebbe meglio arrivare almeno secondi».

Domenica sarete a Martellago: come la vede?

«La vedo male. Loro saranno galvanizzati e noi abbiamo una decina fra infortunati ed influenzati, l’altro giorno ci siamo allenati in 11».

Silvano Focarelli

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Vinitaly, l'Abruzzo punta su bianchi e nuovi rosati

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi