Imoco Volley, è fatta Scatta ora la caccia al titolo per la Serie A

Garbellotto e Maschio hanno costituito la nuova società di pallavolo femminile. Giocherà all’Arena «o altrove»

CONEGLIANO. Tra tante chiacchiere, loro due, Piero Garbellotto presidente e Pietro Maschio vice, sono una certezza. In attesa di acquisire il titolo sportivo per mettere sul parquet una squadra di Serie A di volley femminile, il 15 marzo hanno fatto quanto promesso, costituendo la società sportiva dilettantistica Imoco Volley Srl. «Avendo a nostra disposizione le risorse necessarie per lavorare e per costruire un progetto solido, da tempo abbiamo avviato le trattative per acquisire il titolo sportivo per la Serie A/1 del campionato nazionale femminile di volley», spiegano i due imprenditori, che vogliono far rivivere i fasti della “defunta” Spes Conegfliano. E aggiungono: «Prevediamo di arrivare a soluzione entro la fine del mese di aprile. Le nostre idee sono chiare: sulla scelta dell'allenatore cui affidare la squadra, sulla rosa delle giocatrici da tesserare. Non solo. In questo periodo siamo riusciti ad avviare un dialogo importante per mettere le basi – e qualcosa di più – di quello che riteniamo essere un tassello fondamentale di ogni società sportiva: il settore giovanile, con il suo valore sociale ed educativo. Per anni siamo stati tifosi e sponsor della squadra di volley femminile della nostra città. Quando abbiamo visto infrangersi, assieme a quel progetto, anche i sogni e le speranze dei tifosi, siamo scesi in campo. Stiamo lavorando per restituire una squadra alla città. E crediamo che in questo momento di campagna elettorale in corso chi si candida dovrebbe avere particolarmente a cuore anche chi, come noi, sta facendo di tutto per ridare a Conegliano la sua squadra. Noi che siamo imprenditori che non vivono di sport ma che vogliono dare allo sport».

I due giovani imprenditori spiegano inoltre: «Speriamo che il controllo della concessione della Zoppas Arena venga affrontato con serietà e in tempi brevissimi. In ogni caso siamo intenzionati a procedere con il nostro progetto e qualora non fosse possibile usufruire di questa struttura, gestita da persone onorabili e solvibili, faremo scendere in campo la Imoco Volley Conegliano Srl in altre strutture di altri comuni della Marca, che hanno già manifestato interesse per il nostro progetto. Non crediamo fattibile che Conegliano sia in grado di supportare più di una squadra di volley femminile. Noi vogliamo chiudere con un certo passato. E siamo convinti che la Zoppas Arena meriterebbe di essere gestita in modo serio da una società seria».

E la notizia che la vecchia Spes avrebbe le risorse economiche e la squadra? «Felici di scoprirlo. Siamo certi che il 10 aprile la Spes riuscirà a ricomperarsi all'asta giudiziaria i banner pubblicitari pignorati per le bollette non pagate. Purtroppo in passato con i proclami sono arrivate anche le delusioni...».

Video del giorno

Il cucciolo di orso incastrato sugli alberi: il salvataggio

Insalata di lenticchie, spinaci, sedano e cipollotto al limone

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi