«Ho resistito lontano dai campi solo tre mesi...»

IL PASSATO. Properzi con Green

Eccellenza: «Chino» Properzi domani guida il Mogliano a Roma

 MOGLIANO. Dopo due week end dedicati alle gare europee e al Trofeo d'Eccellenza, ovvero la nuova versione della Coppa Italia rimodellata per l'assenza di Viadana e Treviso, torna nel rugby il campionato di Eccellenza. Il Marchiol Mogliano sarà impegnato a Roma contro la Futura Park, in un match inizialmente calendariato allo stadio Quaggia, ma che per volontà della società laziale si giocherà al «Tre Fontane» per permettere al club capitolino di inserire la gara nelle celebrazioni per l'80º anno di fondazione. Così domani pomeriggio alle ore 15 (arbitrerà Pennè di Milano) si giocherà a Roma, mentre il ritorno, sabato 2 aprile, sarà nella Marca. E in casa della formazione trevigiana, tornata quest'anno nel massimo campionato nazionale, l'inizio di stagione non è stato dei più felici. La società (ma anche gli addetti ai lavori) pensavano e speravano in un avvio migliore e invece sono arrivate tre sconfitte e un pareggio: dopo una discreta gara, persa, nell'esordio a Rovigo, è arrivata la sconfitta interna per 10-6 contro i Crociati, il 13-13 con il Granducato sempre a Mogliano, e poi il pesante ko a Prato (47-10) che ha toccato sul vivo anche l'umore dello spogliatoio, scosso anche dall'infortunio al numero 10 Arlidge che starà fuori per diversi per la frattura all'avambraccio destro.  In coppa, dieci giorni fa, la prima vittoria contro il Casinò di Venezia, ma due giorni dopo ecco arrivare sul Marchiol il classico fulmine a ciel sereno, ovvero le dimissioni irrevocabili di coach Eugenio Eugenio, lo stesso tecnico che solo qualche mese prima aveva portato la squadra dalla A al Super 10. Al suo posto è stato ingaggiato Umberto Casellato, che però domani non siederà in panchina in quanto squalificato dalla passata stagione, quando allenava il Rovigo: ci sarà invece Franco Properzi, neo allenatore in seconda dopo gli anni passati al Benetton. «Sono riuscito a restare lontano dal campo solo... tre mesi, poi Eugenio mi chiese se gli davo una mano con la mischia e la difesa, così ho finito per accettare questo incarico». La squadra ha bisogno di trovare dei risultati per dare forza al gruppo, e secondo Properzi le qualità non mancano all'interno del gruppo.  «La squadra ha dei validissimi elementi con una potenzialità di crescita enorme sia collettiva che individuale. Le risposte dei ragazzi durante ogni allenamento poi sono inequivocabili».
Video del giorno

Il cucciolo di orso incastrato sugli alberi: il salvataggio

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi