De Marchi, compleanno al Giro: il “rosso di Buja” compie 36 anni

Alessandro De Marchi, 36 anni di Buja, corre per la Israel Start Up Nation

Il friulano della Israel, dopo i 166 km di fuga sulle strade di Scarponi, proverà a ripetersi da qui a Verona. E tra 8 giorni correrà in casa

PARMA. Per un ciclista è la cosa più' bella, per un papà e un marito, forse, tra le più brutte: festeggiare il compleanno al Giro d'Italia. Perché se sei il primo, col numero attaccato sulla schiena, ti prendi una giornata di auguri in gruppo, ma se sei anche il secondo devi far fatica con la famiglia lontana.

E’ quello che toccherà giovedì 19 maggio ad Alessandro De Marchi. Il "rosso di Buja" festeggia 36 anni al Giro d'Italia.

Il "rosso" di Buja alla partenza da Napoli col primogenito Andrea

Non e' la prima volta, perché e' ormai alla stagione numero 13 tra i pro, ma, guardando l'altimetria della Parma-Genova, statene certi, che il vincitore della Tre Valli Varesine 2021, di tre tappe alla Vuelta e di altro ancora in carriera, una mezza idea su cosa fare nella dodicesima tappa del Giro c'è l'ha.

Il terreno adatto alle fughe, infatti, non manca perché c'è' l'Appennino col passo del Bocco da superare prima di rivedere il mare.

"Finalmente ho fatto pace con me stesso" ci aveva detto martedì 17 maggio a Jesi dopo la tappa in cui era andato in fuga per 166 km sulle strade che furono di Michele Scarponi prima di esser ripreso dal gruppo a 20 km dall'arrivo. Con lui anche per un lungo tratto Mattia Bais (Drome Hopper), il trentino che col friulano ha una grande cosa in comune: il passato al Cycling Team Friuli di Roberto Bressan e Renzo Boscolo, una specie di seconda famiglia per il festeggiato.

Il corridore della Israel Start Up Nation viene da una primavera tribolata: bronchite, poche corse nelle gambe, che per lui, classico motore diesel che più gareggia meglio è, condizione da inseguire e fiducia sotto i tacchi.

La grinta di De Marchi sulla strada verso Jesi

La settimana “di rodaggio" tra Ungheria e sud e la visita della moglie Anna e i due bimbi a Napoli  sabato gli hanno fatto tornare il sorriso.

La faticaccia sulle strade di Scarponi ("quanta emozione passare tra due ali di folla e sotto le due gigantografie a Filottrano il paese di Michele" ci aveva detto) e' stata un altro mattoncino verso la firma migliore.

Sarà un compleanno di gloria? Di sicuro lo sarà ci fatica. E poi in testa “il rosso” ha anche un altro obiettivo da qualche giorno: regalare un impresa e dedicarla ad un grande amico, punto di riferimento, che non c’è più, quel don Pierluigi Di Piazza, il prerte degli ultimi, scomparso in Friuli pochi giorni fa a cui De Marchi e signora erano molto legati. 

Un anno fa, per il “Dema”, il Giro fu gioia, con la maglia rosa conquistata a Sestola e indossata per due tappe, e dolori con la brutta caduta del 22 maggio sulla strada per Bagno di Romagna, l'edizione 105 invece il bello può riservarlo nella coda: la tappa Marano Lagunare-Castelmonte di venerdì 27 maggio, terzultimo giorno di gara, l'ha provata un sacco di volte. La corsa passerà nella sua Buja, con già i paesani che scalpitano per preparare al loro beniamono e ai girini l’atmosfera migliore.

E poi il friulano va a caccia del rinnovo del contratto. Resterà' alla Israel dove è molto apprezzato ed è uno dei punto di riferimento del gruppo? E' uomo di fatica per gli altri ma anche di gloria per sé e la squadra, ha ancora tanto da dare al ciclismo ed anche all'ex ct azzurro Davide Cassani, suo grande estimatore, potrebbe far comodo uno così nell'allestimento della nuova squadra Professional italiana per il 2023 di cui tanto si parla nella carovana rosa, specie negli ultimi giorni.

E auguri "rosso", buon compleanno al Giro. Di fatica e, chissà, anche di gloria.

a.simeoli@messaggeroveneto.it

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'arrivo di Del Vecchio ad Agordo tra gli applausi della sua gente

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi