Scoppia la pace tra Amazon e i sindacati: firmato un protocollo tra l’azienda e i lavoratori

L’intesa prevede incontri periodici sui temi e verifiche «puntuali» sull’applicazione del contratto collettivo. Domani il Career day del colosso dell’ecommerce

Una firma per mettersi alle spalle il Far West della logistica. Dopo i picchetti e le tensioni, le proteste e gli scioperi, Amazon e i sindacati firmano un protocollo che apre alle sigle le porte dei magazzini del colosso dell'e-commerce. Un accordo siglato sotto la spinta del ministro Andrea Orlando che Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti definiscono «storico», il primo in Europa.

Il testo prevede incontri periodici sui temi e verifiche «puntuali» sull’applicazione del contratto collettivo. Pur nella distinzione dei ruoli, nel documento le parti affermano che «le relazioni industriali rappresentano un valore in sè» e si assumono l'impegno a rispettare le norme del Ccnl Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni. Nell’agenda, anche una serie di confronti preventivi sulle strategie di sviluppo aziendale e di investimento negli ambiti territoriali; la verifica delle opportunità di formazione professionale continua per gli addetti ai singoli settori, utilizzando tutti gli eventuali elementi di sostegno economico e normativo, anche attraverso l'associazione datoriale di riferimento (Conftrasporto); l'individuazione degli strumenti piu' idonei per monitorare gli andamenti occupazionali, con l'obiettivo di «favorire percorsi di crescita».

L’accordo arriva alla vigilia del Career day del gruppo che punta ad assumere 200 persone a tempo inderterminato nella divisione corporate della società italiana. 

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi