In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sangue, sempre meno giovani fanno le donazioni

(Crediti: via Unsplash)
(Crediti: via Unsplash) 
Per sensibilizzare la comunità, la farmaceutica BMS lancia a Roma una due-giorni dedicate alla donazione di sangue aperta anche ai cittadini. Un’iniziativa all'interno della campagna di Croce Rosse “Dona che ti torna”
1 minuti di lettura

Due giornate dedicate alla donazione di sangue. È l’iniziativa di Bristol Myers Squibb che si svolge il 19 e il 20 ottobre a Roma, in Piazzale dell’Industria, per sostenere la Croce Rossa Italiana come parte della campagna nazionale “Dona che ti torna” (realizzata con il contributo non condizionato di BMS) e aiutare così la comunità. Quest’anno l’iniziativa è rivolta non solo ai dipendenti della sede di BMS a Roma, ma anche ai cittadini.

Donatori sempre più “anziani”

Nel 2021 i donatori sono stati oltre un milione e 650mila, in aumento rispetto al 2020, ma sempre sotto i numeri del periodo pre-Covid: del -1,8. La pandemia ha infatti colpito duramente il sistema trasfusionale, ma non solo: si conferma la tendenza al ribasso che dura ormai da dieci anni. Rispetto al 2012 la popolazione dei donatori è diminuita di circa il 5% e i nuovi donatori di quasi il 10%. I numeri indicano anche il progressivo invecchiamento dei donatori, a cui non fa da contraltare un adeguato ricambio generazionale: i nuovi donatori under 45 sono diminuiti del 24% negli ultimi dieci anni. In generale, i donatori di età compresa fra 18 e 45 anni sono passati da 1.089.510 nel 2012 (63%) a 866.112 (52%) nel 2021.

Un atto di responsabilità

“Il sangue è una risorsa limitata e indispensabile nelle strutture di primo soccorso, negli interventi chirurgici e nella cura di molte malattie onco-ematologiche”, spiega Francesco Rocca, Presidente Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC): “In particolare, chiediamo uno sforzo ai giovani, che sono motore del cambiamento e il cui esempio può essere contagioso per i coetanei”. “La donazione di sangue è un atto di forte responsabilità, che permette di essere vicini alla collettività e ai pazienti che hanno bisogno delle trasfusioni per vivere”, aggiunge Emma Charles, General Manager Bristol Myers Squibb Italia: “Da azienda biofarmaceutica leader a livello mondiale, siamo consapevoli della nostra responsabilità di prenderci cura della salute dei pazienti, dei dipendenti e della comunità. Per il secondo anno consecutivo, sosteniamo la campagna ‘Dona che Ti Torna’ di Croce Rossa Italiana per continuare a promuovere la diffusione della cultura della donazione su tutto il territorio. Siamo orgogliosi di poter realizzare collaborazioni di valore con il mondo del volontariato”.