Covid, nasce il vaccino indiano: produce più anticorpi di quelli a mRNA

Si chiama BBV152 e ha superato la fase di sperimentazione 3. Garantisce una protezione dalla malattia al 77,8%. Il virologo Fausto Baldanti: "Vaccino ben tollerato e a basso costo, consente di immunizzare su larga scala"
3 minuti di lettura

Un vaccino che protegge dal Covid al 77,8%, quindi ad un livello inferiore rispetto ai vaccini a mRNA (che salgono al 95%), ma che come contrappeso genera una risposta anticorpale alta. Il vaccino indiano BBV152 - lo studio è arrivato in fase 3 - apre nuovi orizzonti sul fronte della possibilità di immunizzare su larga scala, anche in quei Paesi in cui proteggersi dal virus diventa troppo costoso e spesso insostenibile.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori