Forestaterapia: per ricominciare a respirare dopo il Covid

Si chiama Shinrin-yoku ed è una terapia nata in Giappone. Che aiuta i malati di sclerosi multipla, i guariti dal virus con complicazioni polmonari, i depressi. Lo spiega la neurologa Giovanna Borriello che ne ha misurato gli effetti
3 minuti di lettura

Ci sono luoghi, come i boschi, che ci fanno sentire meglio. Che, addirittura, sembrano avere un effetto misurabile sui nostri parametri fisiologici. A dirla così viene meno un po’ di poesia, ma descrivere un concetto intuitivo con i dati ha comunque il suo fascino, oltre ad avere delle ricadute potenzialmente utili. Giovanna Borriello, neurologa, 44 anni – 20 dei quali passati a occuparsi di sclerosi multipla – ne è convinta (e non è la sola).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori