In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

Feltrin: “Dalle politiche 2022 escono due vincitori, FdI e M5S, e due grandi sconfitti: Pd e Lega”

Il politologo Paolo Feltrin analizza i dati delle Politiche 2022: “Il Pd rischia di essere raggiunto dal M5S. La Lega, grande sconfitta, sotto il 10%”.

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Il politologo Paolo Feltrin

 

“Due grandi vincitori e due grandi sconfitti”. È questa, in estrema sintesi, l’analisi del voto, stando alle prime proiezioni, nelle parole del politologo Paolo Feltrin.

Capire a chi si riferisca è tutt’altro che un azzardo. “I due vincitori sono Fratelli d’Italia e il Movimento 5 Stelle, con dati molto al di sopra di quello che ci si poteva aspettare mesi fa. Mentre i due grandi sconfitti sono il Partito Democratico, che rischia di essere raggiunto dal Movimento 5 Stelle (la proiezione di oggi lo dà al 18.17%) e la Lega, sotto il 10%”.

Poi sarà il momento della matematica, per l’assegnazione dei seggi: “Certa la maggioranza assoluta al centrodestra – più al Senato che alla Camera –, ma possiamo dire con sicurezza che non ci sarà la maggioranza dei due terzi” prosegue Feltrin.

Si conferma, quindi, la vittoria dei due leader dei partiti indicati come “vincitori” dal politologo: Fratelli d’Italia, con Giorgia Meloni, e il Movimento 5 Stelle, con Giuseppe Conte. “La vittoria andrà a due partiti a trazione meridionale. Ed è sorprendente, perché finora tutti i leader nazionali sono sempre stati del Nord” analizza Feltrin, “Viene da chidersi come mai non ci siano leader, espressione del Nord, in grado di prendere voti in tutto il Paese.”

Un’ultima battuta, riguardo ai piccoli partiti: “Non ci sono stati grandi risultati. Quelli che superano il 3% non sono più di 7-8, rispetto alla quindicina che era presente nella scheda elettorale”.

I commenti dei lettori