Contenuto riservato agli abbonati

Per trasportare i medicinali in Veneto si useranno i droni

Una simulazione di volo di droni per il trasporto di materiale sanitario con Sky53 sopra il passante di Mestre

Concessioni Autostradali Venete sta lavorando a un nuovo progetto con voli per i servizi di emergenza tra gli ospedali della regione. I droni potranno percorrere  fino a un centinaio di chilometri. Già effettuati test sperimentali

VENEZIA. Droni che sorvolano il dedalo delle autostrade del Veneto, trasportando materiale medico e sanitario tra i diversi ospedali, sfruttando il cielo e, in questo modo, abbattendo tempi e distanze.

È il nuovo progetto Sky53, a cui sta lavorando Concessioni autostradali Venete.

È la nuova frontiera dell’utilizzo dei droni: per Cav adesso non esiste soltanto Skytraffic, il progetto per monitorare il traffico e le infrastrutture, ma si aggiungono i voli per i servizi di emergenza.

Video del giorno

Gasparini, il pilota di droni: "Così abbiamo trovato i corpi sulla Marmolada"

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi