Covid, Zooprofilattico: in Veneto 2 nuove sottovarianti scoperte nelle province di Venezia e Padova

FOTOPIRAN

Sono state identificate a inizio maggio in Veneto, dalle attività di sequenziamento del Laboratorio di genetica dell'Ospedale dell'Angelo di Mestre e dei laboratori dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie 

VENEZIA. Due nuove sottovarianti del virus Sars-Cov2 sono state identificate a inizio maggio in Veneto, dalle attività di sequenziamento del Laboratorio di genetica dell'Ospedale dell'Angelo di Mestre (Venezia) e dei laboratori dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe).

Si tratta di due virus scoperti nelle province di Venezia e Padova, che presentano caratteristiche genetiche differenti. Quello sequenziato in provincia di Venezia è simile ai ricombinanti BA.1.1\BA.2, denominati "XM", identificati in diversi paesi europei come Germania, Danimarca, Croazia, Paesi Bassi, Austria, Portogallo, Inghilterra e Scozia.

Si differenzia però da questi per alcune mutazioni caratteristiche: la proteina Spike possiede la sequenza tipica del lineage BA.2, ma si distingue per l'assenza di una mutazione peculiare, e per l'acquisizione della mutazione presente in soli altri 59 virus a livello globale, nessuno di questi in Italia.

Il secondo possibile ricombinante BA.1\BA.2 è stato identificato in provincia di Padova, anche questo non è simile a nessun altro virus precedentemente identificato in Veneto. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Briatore: "Noi abbiamo fatto l'upgrade della pizza". Sorbillo: "Lo rispetto, ma è buona anche quella di 5 euro"

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi