Stangata la banda dei bancomat: 48 anni a cinque nomadi trevigiani

Quattordici assalti in tutto il Nordest in pochi mesi. La sentenza di condanna del tribunale di Padova: carcere e 140 mila euro di multe

PADOVA. Il tribunale di Padova ha condannato a più di 48 anni di carcere una banda composta da cinque nomadi trevigiani che in pochi mesi, nel 2019, avrebbero compiuto 14 assalti ai bancomat di varie province d'Italia.

Le indagini erano state coordinate dalla procura della Repubblica di Padova; all'accertamento dei fatti avevano lavorato i carabinieri del comando provinciale di Padova e il Nucleo investigativo di Treviso.

I colpi erano stati messi a segno a San Giorgio in Bosco e Borgoricco (Padova), Villaverla (Vicenza), San Giovanni Lupatoto (Verona), Torri di Quartesolo (Vicenza), Laives (Bolzano), Egna (Bolzano), Fonzaso, Porto Viro (Rovigo), Porcia (Pordenone), Cortina all'Adige (Bolzano) e Borgo Valsugana (Trento).

La procura aveva chiesto 57 anni, gli imputati sono Jody ed Emanuela Garbin condannati rispettivamente alla pena di 14 anni e 12 anni e 5 mesi, Johnny Vivian Gardin condannato a undici anni di reclusione, Maicol Major, dieci anni e sei mesi di reclusione e Luca Marcato, condannato a un anno e sei mesi.

In tutto il tribunale ha stabilito anche multe per 140mila euro. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Portuale di Trieste manifestava contro il Green Pass, ora è intubato: "Ho i polmoni distrutti"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi