Contenuto riservato agli abbonati

Dalle urne tedesche escono vincitori i partiti più piccoli

Una novità nel panorama tedesco che potrebbe sfociare in una maggiore instabilità interna. Se le coalizioni possibili sono sette, quelle realisticamente sul piatto, sono due. L’analisi di Renzo Guolo

Le elezioni tedesche vedono la vittoria sul filo di lana dei socialisti e la sconfitta dei democratici cristiani, al loro peggiore risultato di sempre: l’eredità dell’apprezzata Merkel, dunque, non è bastata. Anche se l’esito non può essere attribuito solo alla debolezza del successore designato Laschet. Un simile tracollo, quasi nove punti in meno rispetto a quattro anni fa, non è dovuto solo agli evidenti limiti del candidato Cdu-Csu alla cancelleria.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid. Bambini a scuola, come evitare i contagi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi