Via alle terze dosi in Veneto alla presenza di Figliuolo: “In Italia 130 mila morti per Covid, vaccinatevi”

Francesco Paolo Figliuolo in visita all’hub vaccinale di Villorba (Treviso) in occasione dell’avvio della cosiddetta terza dose del vaccino anti-Covid. L’hub è stato realizzato nella cosiddetta ’ex-Maber’, impresa fallita nel 2012, messa a disposizione per la sanità veneta dall’imprenditore Bruno Zago

TREVISO. «Qui c’è la testimonianza che quando l’Italia fa squadra ce la fa». L’ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo in visita all’hub vaccinale di Villorba (Treviso) in occasione dell’avvio della cosiddetta terza dose del vaccino anti-Covid. L’hub è stato realizzato nella cosiddetta ’ex-Maber’, impresa fallita nel 2012, messa a disposizione per la sanità veneta dall’imprenditore Bruno Zago.

«Sono contendo di vedere che c’è già un afflusso notevole», ha osservato il commissario per l’emergenza Covid e per la campagna vaccinale. «Qui tutto sembra in cartongesso, ma in realtà si tratta di cartone pressato. Qui emerge l’idea quasi romantica del fare squadra. Dall’autorità centrale è arrivato il segnale, la Regione ha fatto il suo e i privati così come si sono attivati il mondo del volontariato e dell’associazionismo».

APPELLO ALLA VACCINAZIONE

«Voglio fare un appello a quelli che sono diffidenti e attendono. Voglio dire: informatevi, chiedete a medici, infermieri e a chi ha visto la sofferenza del Covid e le vede ancora».

Carolyn Smith di Ballando con le Stelle riceve la terza dose al Vax point di Villorba

Francesco Paolo Figliuolo ha aggiunto:  «Abbiamo avuto oltre 130 mila morti per il Covid e ci sono persone che ancora adesso portano i segni di long covid ho amici che dopo una rampa di scale hanno il fiatone. Allora dico: informatevi e poi fate la vostra scelta, che sia una libera scelta ma ognuno si informi».

 Carolyn Smith giudice di Ballando con le Stelle è stata simbolicamente la prima paziente a ricevere la terza dose al Vax point di Villorba: “Credo nella scienza e penso che sia necessario informarsi bene, parlando con i veri esperti per scegliere con consapevolezza è responsabilità”

TERZA DOSE

 «Aspettiamo di capire cosa dirà il Cts e ritengo che nei primi giorni di questa settimana ci sarà una riunione ad hoc al Cts ma molti scienziati stanno dicendo che la linea, il cut-off, per la terza dose potrebbe essere posizionata intorno ai 65 anni». L’ha detto il generale Francesco Paolo

Figliuolo parlando nel corso della sua visita all’hub vaccinale di Villorba (Treviso). Il commissario ha precisato che l’avvio della somministrazione della terza dose riguarda per il momento «gli immunocompromessi, i più fragili, quelli in attesa trapianto, chemioterapici o dializzati, tutte quelle persone cioè il cui sistema immunitario è compromesso» ma ha anche aggiunto che «presumibilmente nei prossimi giorni ci sarà anche il via liberi per sanitari, lavoratori delle Rsa e fragili»

CHI LA RICEVERA’

«Aspettiamo di capire cosa dirà il Cts e ritengo che nei primi giorni di questa settimana ci sarà una riunione ad hoc al Cts ma molti scienziati stanno dicendo che la linea, il cut-off, per la terza dose potrebbe essere posizionata intorno ai 65 anni».

 Il commissario ha precisato che l’avvio della somministrazione della terza dose riguarda per il momento «gli immunocompromessi, i più fragili, quelli in attesa trapianto, chemioterapici o dializzati, tutte quelle persone cioè il cui sistema immunitario è compromesso» ma ha anche aggiunto che «presumibilmente nei prossimi giorni ci sarà anche il via liberi per sanitari, lavoratori delle Rsa e fragili». 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Atlante, il capodoglio resiliente: sopravvissuto alla scontro con un'elica

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi