Contenuto riservato agli abbonati

Saccol sfida Baglioni allo Zecchino con la canzone ispirata da Penny

L’autore trevigiano in gara con “Potevo nascere gattino” interpretata da Vittoria. «L’ho composta guardando la mia micia. Ed eccomi tra i 14 brani scelti su 500»

TREVISO“Potevo nascere gattino, morbidoso, piccolino, farsi accarezzare, mangiare, giocare, sonnecchiare qua e là”. Un pensiero comune a quanti hanno un micio in casa, come l’autore trevigiano Lodovico Saccol, che con questa strofa fa iniziare sua canzone “Potevo nascere gattino”, selezionata tra i 14 titoli in gara al prossimo “Zecchino d’oro” e uscita il 17 settembre su tutte le piattaforme digitali con il primo gruppo di pezzi che ogni venerdì, per tre settimane, saranno lanciati on line dalla storica manifestazione canora dell’Antoniano di Bologna.

Dentro

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi