Jesolo, il sindaco vieta la vendita e il consumo di alcol in spiaggia, piazze e strade nei fine settimana

Estate senza superalcolici in spiaggia a Jesolo

L’ordinanza è in vigore dall’11 giugno al 27 settembre. Dal 2 al 30 agosto stop tutti i giorni.  Zoggia: «Vogliamo contrastare gli  abusi. Chi non ci sta, se ne stia a casa propria»

VENEZIA. Stop dall’1 giugno a Jesolo alla detenzione e consumo su suolo pubblico e la vendita per asporto di alcol, se non per portarlo a casa, nei fine settimana (dalle ore 16 di venerdi alle 6 di domenica) fino al 27 settembre e tutti i giorni dal 2 al 30 agosto.

Lo dispone l'ordinanza che il sindaco della località balneare, Valerio Zoggia, ha firmato, con il nulla osta della prefettura, che limita così il consumo di alcolici e superalcolici nelle aree pubbliche.

Vietata dunque anche la vendita per asporto, che non sia per uso domestico, di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro, lattine o altro tipo acquistate anche tramite distributori automatici.

Le limitazioni varranno sulle aree pubbliche dell'intero territorio comunale, arenile compreso con due diversi periodi di applicazione. Resteranno consentiti, comunque, la somministrazione e il consumo di alcolici e superalcolici all'interno dei locali e nelle relative pertinenze esterne e la vendita per asporto per uso domestico in contenitori in appositi involucri sigillati.

Le violazioni prevedono una sanzione di 200 euro.

«Siamo determinati»,  rileva Zoggia, «a mettere in atto le misure necessarie per contrastare il fenomeno dell'abuso di alcolici e dei conseguenti episodi di eccessi che in queste settimane hanno dato un'immagine non degna della città di Jesolo e che non può essere tollerato in una località che accoglie ogni anno milioni di ospiti. La città è stanca di dover subire atteggiamenti irresponsabili che danneggiano l' immagine della località e che finiscono per danneggiare anche quegli operatori che, con fatica, stanno cercando di ricostruire il turismo dopo mesi di chiusure. A quei giovani che non intendono cambiare atteggiamento, che ignorano i rischi per la propria salute e le conseguenze di certi comportamenti,  dico di restare a casa, perché a Jesolo non sono benvenuti».

Video del giorno

Valvola di una pressa da 400 quintali devasta la strada a Treviso

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi