In Veneto aperte le prenotazioni per le vaccinazioni anti Covid dei cinquantenni

Lo ha annunciato il presidente della Regione Luca Zaia, che ha rinnovato l’invito a vaccinarsi agli over 60 che non hanno ancora ricevuto la prima dose. Portale già aperto dalle 16 di venerdì 7 maggio. Prima di fine maggio via anche ai quarantenni

VENEZIA. Il Veneto apre la vaccinazione anti Covid ai 50enni. Da oggi, venerdì 7 maggio, anche gli under 60 potranno accedere al portale della Regione Veneto e prenotare la propria dose. “Ci sono 800 mila posti a disposizione. «Avevamo detto - ha proseguito Zaia - che avremmo verificato l'andamento della vaccinazione, ora siamo già a buon punto. Potrei puntare a fare i 40-49 prima di fine maggio».

Per gli under 60 verranno utilizzati i vaccini Pfizer e Moderna. Per chi si prenoterà a partire da oggi il richiamo è previsto sei settimane dopo.

Proprio ieri, 6 maggio, l commissario per l'emergenza Francesco Paolo Figliuolo, ha disposto l'avvio delle prenotazioni per la somministrazione dei vaccini anche per gli over 50, ovvero fino ai nati nel 1971 a partire dal 10 maggio.

Visto il «buon andamento» della campagna di somministrazione su scala nazionale delle categorie prioritarie, over 80 e fragili, le prenotazione per i cittadini over 50 dovranno avvenire tramite i portali delle singole regioni «ferma restando - chiarisce la struttura del commissario - la priorità per le persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19 (comorbidità), seppur senza quella connotazione di gravità riportata per le persone fragili»

Una svolta che già alcune grandi Regioni avevano anticipato, come il Lazio, la Lombardia e il Veneto, circa un terzo della popolazione nazionale.

L'ulteriore balzo in avanti, fino ai nati nel 1971, è consentito «dal buon andamento della campagna di somministrazione delle categorie prioritarie, over 80 e fragili», secondo la struttura guidata dal generale. Un quarto degli italiani (25%) ha ricevuto almeno una dose, tra loro ben i tre-quarti degli over 70, quelli più a rischio di conseguenze gravi o mortali per il Covid. A permettere l'apertura agli over 50 - sempre con precedenza a chi ha patologie - anche l'accumulo nei frigoriferi di 4,7 milioni di dosi di vaccini, oltre due milioni dei quali di Pfizer in consegna da ieri alle Regioni. E i 17 milioni in arrivo a maggio complessivamente, ha confermato Figliuolo.

Sono finora oltre 22 milioni le dosi somministrate e si va verso i 7 milioni di vaccinati anche con richiamo. La campagna non ha più visto superare l'iconico mezzo milione di iniezioni al giorno del 30 aprile, ma si mantiene comunque ben sopra le 400 mila quotidiane. Le differenze restano importanti tra Regioni e tra vaccini utilizzati. Ieri, ad esempio, secondo elaborazioni di Sky Tg24 su dati del ministero della Salute, la Lombardia ha vaccinato 35 mila persone con AstraZeneca, la Sicilia - dove è forte il rifiuto del prodotto anglo-svedese - appena 2.500. La regione martire della pandemia dopo le difficoltà iniziali sta scalando tutte le classifiche e perfino di Az è riuscita a somministrare l'83,4% delle dosi (la Sicilia all'estremo opposto il 50,4%).

Ma di AstraZeneca ci sono al momento in frigo 1,8 milioni di dosi e nell'ultima settimana ne sono state usate in media 86 mila al giorno in Italia. Molte meno preoccupazioni desta Pfizer-BioNtech, di cui ci sono 2,3 milioni di dosi da parte. Sta prendendo piede la scelta di posticipare a 42 giorni la seconda dose del vaccino Usa-Germania. Da lunedì lo farà la Campania, mantenendo i 21 giorni per il richiamo per chi fa la prima dose entro domenica.

Luca Zaia ha ricordato che restano aperte le vaccinazioni per gli over 60. Nelle ultime 24 ore sono state inoculate oltre 44 mila dosi di vaccino. Sono oltre 1 milione 300 mila le prime dosi somministrate. Oltre il 78 per cento degli over 70 è stato vaccinato, il 96 per cento degli over 80. 

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi