Contenuto riservato agli abbonati

"Critica la sanità veneta", e il Comune di Treviso nega il patrocinio all'evento con Crisanti

In casa Lega le sue parole hanno fatto fischiare le orecchie, e ancor più in Regione. E guardacaso oggi, a ostracizzare Crisanti, è stato anche il comune di Treviso che ha deciso di negare il suo patrocinio al convegno dell’Ateneo di Treviso che aveva deciso di inaugurare l’anno accademico invitando il professore a parlare di pandemia

TREVISO In primavera era l’oracolo della Regione nel buio della paura dell’emergenza sanitaria, poi la sua voce sempre preoccupata e votata alla “massima precauzione” è stata relegata a Cassandra, messa all’angolo, invisa perché sempre premonitrice di possibili prossime sventure. Zaia gli ha staccato il microfono, ma Crisanti non ha mai taciuto arrivando oggi a sfidare apertamente chi mesi fa «ha raccontato favole».
 
In
Video del giorno

Draghi in Veneto, il rap dei ragazzi con le parole della Costituzione

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi