Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vallà, 12 banche in aiuto degli sfollati

Prestiti agevolati per la ricostruzione e la Regione stanzia un milione di euro

RIESE. La Provincia vara il mutuo salva sfollati e la Regione stanzia un milione di euro. Grazie alla convenzione firmata con 12 banche, i danneggiati di Vallà potranno ottenere un finanziamento per la ricostruzione con un tasso che varierà tra l’1 e il 2 per cento senza presentare alcuna garanzia. «Vallà deve essere trattata come l’Abruzzo: il Governo stanzi un fondo straordinario», dice Muraro.

Dopo il milione di euro stanziato nel bilancio della Provincia per la ricostruzione, ora l’ammin ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

RIESE. La Provincia vara il mutuo salva sfollati e la Regione stanzia un milione di euro. Grazie alla convenzione firmata con 12 banche, i danneggiati di Vallà potranno ottenere un finanziamento per la ricostruzione con un tasso che varierà tra l’1 e il 2 per cento senza presentare alcuna garanzia. «Vallà deve essere trattata come l’Abruzzo: il Governo stanzi un fondo straordinario», dice Muraro.

Dopo il milione di euro stanziato nel bilancio della Provincia per la ricostruzione, ora l’amministrazione di Leonardo Muraro va incontro alle famiglie che hanno vissuto l’inferno della tromba d’aria. In dieci giorni la Provincia ha stipulato con 12 banche una convenzione che consentirà ai danneggiati di accendere con estrema facilità e a condizioni molto favorevoli mutui a cinque anni. Il primo anno di mutuo avrà un euribor a spread zero. Per i quattro anni successivi chi avrà un finanziamento a tasso fisso pagherà interessi tra il 3,06 e il 3,08 per cento. Per il tasso variabile si varierà dallo 0,96 (euribor a un mese) all’1,49 (euribor a 6 mesi). «Se poi consideriamo il milione di euro destinato dalla Provincia per il pagamento degli interessi passivi, alcuni cittadini potrebbero praticamente non pagare interessi - spiega l’assessore provinciale Noemi Zanette - Abbiamo calcolato che il tasso variabile passerebbe dal 2 all’1 per cento, e il fisso dal 3,5 al 2,5».

Inoltre si tratta di mutui chirografi, ossia quelli per i quali le 12 banche (Banca di Romano e Santa Caterina, Trento e Bolzano, di Treviso, Popolare di Verona, Popolare di Vicenza, Cassa di Risparmio del Veneto, Cassa Rurale ed artigiana di Treviso, Credito cooperativo, Credito Trevigiano, Unicredit, Veneto Banca) non richiederanno alcuna garanzia. La convenzione sarà valida fino al 10 settembre. Da domani la Provincia aprirà un ufficio a Vallà, dove un operatore del servizio mutuo prima casa offrirà consulenza ai danneggiati. Gli sfollati potranno chiedere il mutuo per la ricostruzione della loro abitazione presentando una semplice autocertificazione, saranno poi alcuni periti della Provincia a verificare la corrispondenza della cifra richiesta con i danni riportati.

Brevissimi i tempi di rilascio del mutuo: massimo 15 giorni lavorativi. «Ora attendiamo che intervenga anche il Governo - dice Muraro - Hanno stanziato un contributo per la ricostruzione della prima e della seconda casa in Abruzzo, anche Vallà, Altivole, Vedelago e i comuni colpiti dalla tromba d’aria sono Italia». La Provincia si sta attivando per risolvere la questione rifiuti. «Ci sono migliaia di tonnellate di amianto da smaltire», conclude Muraro. E ieri la Regione ha deliberato un primo stanziamento di un milione di euro afavore dell’are acolpiata dall’uragano del 6 giugno.