Cambio vita

Valentina Giammarco: "Addio all’impiantistica industriale, ora disegno cerchietti per capelli"

Una storia vera che racconta un grande mutamento di rotta. Valentina Giammarco ha rivoluzionato totalmente la sua vita, per realizzare cerchietti couture. E così ha trovato nuova energia

2 minuti di lettura

Valentina Giammarco è la protagonista dell'appuntamento di oggi con le testimonianze di 'cambio vita': ogni mese vi raccontiamo la storia di una donna che è stata capace di reinventarsi, abbandonando un percorso avviato per lanciarsi nel buio, confidando nei propri sogni. Esperienze che possono essere di ispirazione per chi ancora non si è convinta a dire addio a tutto, o utili a infondere coraggio a chi intravede un cambiamento all'orizzonte.

 Foto home da ig The Beatriz

Valentina Giammarco 
Valentina Giammarco ha da sempre una grande passione per il vintage. Così, forte di una laurea in Economia, ha deciso di partire da qui per creare un marchio tutto suo: The Beatriz, brand che ha fatto dell'accessorio fatto a mano un tratto distintivo, pronto ad accompagnare una donna in ogni occasione, dall'evento più elegante alla quotidianità. I suoi cerchietti couture sono tutti realizzati artigianalmente e proposti in edizione limitata; le forme dinamiche e mutevoli, come la personalità della donna che le indossa, portano nomi che evocano emozioni e momenti nel tempo: Vertigo, Fuggevole e Miraggio, solo per citare tre modelli iconici del brand.

Una forte passione per il lavoro e il savoir faire francese hanno sempre fatto parte della vita di Valentina, trovando perfetta espressione in un accessorio pensato per complimentarsi con chi lo sceglie nelle occasioni speciali e nella vita di tutti i giorni. Valentina Giammarco segue il desiderio di creare un oggetto senza tempo, una sintesi armoniosa di bellezza e buon gusto.

Cosa facevi, prima di creare il tuo brand?
"Ho un’azienda nel settore dell’impiantistica industriale. Poi, tre anni fa ho creato il marchio per produrre cerchietti The Beatriz".

Quando ti sei detta: "se non ora, quando"?
"Quando ho compreso la possibilità di fare impresa attraverso l’uso dei social. Ho capito che potevo far conoscere il mio stile utilizzando Instagram e che potevo svolgere le fasi della mia attività, dalle strategie di comunicazione alla vendita, sfruttandone le diverse ed efficaci funzionalità".

Hai fatto dei corsi specifici prima di lanciarti in questa nuova impresa?
"E stato necessario aggiornare le mie conoscenze in tema di marketing frequentando corsi online. Visto che quando ho conseguito la laurea in Economia e commercio con una tesi di marketing, i social non erano ancora comparsi sulla scena".

Il nome del brand, da dove nasce?
"Beatriz è il nome di una donna dal fascino sfuggente, incontrata in un teatro. Indossava la veletta. Ho aggiunto l’articolo THE per sottolineare il suo stile unico ed inimitabile".

Hai avuto difficoltà burocratiche iniziali o attinto ad aiuti e fondi per iniziare il tuo progetto?
"Avviare una nuova impresa comporta sempre difficoltà burocratiche, non ho ricevuto aiuti o fondi ma ho continuato a credere nella mia idea, anche nei momenti di difficoltà".

Chi ha creduto in te?
"Le persone di buon gusto che, dopo aver visto i miei primi modelli, mi hanno incoraggiato a continuare per questa strada".

Come usi i social per vendere?
"Promuovo l’immagine del brand sui social per attrarre una platea di followers interessati e coinvolti. Attraverso la funzionalità shopping su Instagram poi, l’utente dei social finalizza l’acquisto in pochi e veloci passaggi. L’attività sui social è diventata parte integrante del mio impegno lavorativo".

Un bilancio a oggi di questa scelta? La rifaresti?
"Il bilancio è positivo, il mio metodo corrisponde alle caratteristiche di un moderno business sui social".

Progetti futuri?
"La creazione di una fragranza".