Vuoi sapere perché ti tradisce? La risposta la trovi su Reddit

Uno studio inglese cerca di spiegare le motivazioni di chi inganna il partner. Ma secondo la psicologa Jessica Borgogni l'approccio accademico non basta. «Non siamo tanto interessati a capire perché si tradisce in astratto, ciò che veramente sta a cuore è capire “Perché è capitato a me?”» spiega. Rivelando che le risposte spesso si trovano online, confrontandosi con chi vive la nostra stessa situazione

Se volete raccontare la vostra storia perché venga pubblicata, previa valutazione della redazione, potete scriverci alla mail tradimenti@gedi.it
3 minuti di lettura

Con l’estate, e il ritorno alla normale vita sociale dopo le restrizioni dei mesi freddi, si moltiplicano le occasioni di infedeltà. E per chi rimane vittima dell’eccessiva disinvoltura del partner, cresce il desiderio di comprendere le ragioni del tradimento.

Una prima risposta viene da uno studio recente degli psicologi Dylan Selterman e Irene Tsapelas, pubblicato sul Journal of Sex and Marital Therapy: si tradisce per rabbia (dopo un litigio, oppure per vendicarsi di un’infedeltà), per affermare la propria autostima, perché non ci si sente amati, perché si ha un basso attaccamento al partner, per bisogno di varietà e per il presentarsi di circostanze favorevoli. Tra i 472 partecipanti allo studio, reclutati nei forum online incentrati sulle relazioni e ospitati dalla piattaforma Reddit, il tradimento ha comportato almeno un bacio per l’86,7%, mentre solo il 53% è arrivato al rapporto sessuale.

Ma, proprio tra gli utenti di Reddit, questo approccio accademico non basta a soddisfare la curiosità: «Non siamo tanto interessati a capire perché si tradisce in astratto, ciò che veramente sta a cuore è capire “Perché è capitato a me?”» spiega la psicologa Jessica Borgogni, esperta in relazioni di coppia. «E per scoprire questo tipo di verità, spesso scomode, i forum online sono insostituibili». In Italia i forum più seguiti sul tradimento sono Tradimento.net  e Letterealdirettore.it. Ma gli italiani seguono anche forum come “Surviving Infidelity” su Reddit, o il popolarissimo blog ChumpLady della saggista Tracy Schorn, tanto che la titolare del blog ha da qualche mese coinvolto Jessica Borgogni per adattare in italiano gli articoli più letti.

Ciò che i traditi – o chi teme di esserlo – cercano su Internet è la cosa più difficile da ottenere nella vita offline: l’obiettività. Che su un argomento tabù come l’infedeltà è avvicinabile non su Facebook, dove siamo identificati con nome e cognome, ma sui forum dove si è protetti dall’anonimato. «Se il mio partner torna sempre più tardi dall’ufficio e non mi rivolge più attenzioni, per il mio coinvolgimento diretto è forte la tentazione di rimuovere il dubbio dell’infedeltà e pensare che il partner sia solo stressato» spiega Borgogni. «Ma se su uno di questi forum leggo la stessa storia, raccontata da un altro utente, non essendo coinvolta in prima persona non devo più difendermi dalle mie emozioni e il mio giudizio può essere più distaccato e razionale. Così posso pensare: “Rincasa sempre tardi? Uhm. C’è una terza persona?”. E così posso rendermi conto che anche nel comportamento del mio partner ci sono dei segnali d’allarme».

I segnali rivelatori di un tradimento

Segnali d’allarme che sui forum vengono indicati col nome di “red flags”: è comune il commento, di fronte ai resoconti dei forumisti meno smaliziati “Caro mio, nella tua storia ci sono più bandiere rosse che a una parata del Partito Comunista Cinese!”. Tra i segnali più rivelatori: il partner custodisce gelosamente il proprio smartphone e quando è a tavola lo appoggia sempre a faccia in giù per celare eventuali notifiche “clandestine”. Ad aumentare la veridicità delle lezioni apprese dalla nutrita comunità dei “traditi anonimi” – su Reddit quasi 180.000 lettori per il solo forum “Surviving Infidelity” –  c’è la presenza di molti elementi ricorrenti nelle storie di infedeltà: «Alla fine la manipolazione emotiva che si subisce da un partner infedele è piuttosto predicibile: c’è un numero limitato di mosse sulla scacchiera, per così dire» spiega Tracy Schorn. «Il problema, quando si è coinvolti proprio malgrado in un triangolo emotivo, è che ci risulta difficile credere che la persona amata possa nuocerci. Però   leggendo le storie altrui si capisce presto quali siano le dinamiche principali». Ad esempio: quando il partner vi lascia all’improvviso, è pressoché inutile sforzarsi di salvare la relazione. Perché, nella maggior parte dei casi, il partner ha preso la decisione già da diversi mesi prima di comunicarvela, in quei mesi ha già elaborato il “lutto” per la vostra relazione e quindi non rimane altro che dirsi addio.

Un’altra lezione cruciale riguarda quella che nei forum è considerata la nemica n.1 della coppia: l’infedeltà emotiva. «In questi casi il terzo incomodo spodesta il tradito dal ruolo di primo confidente del traditore: col tempo cresce la confidenza tra gli amanti e si azzera quella della coppia ufficiale. Il terzo incomodo viene a sapere tutto del tradito e può fare leva su ciò che sa per valorizzare, agli occhi del partner, le sue differenze con il tradito. A sua volta il tradito è all’oscuro di tutto, non sa di essere in competizione, e quindi non ha modo di difendere la relazione. Né di accorgersi che il traditore continuerà a svalutarlo sempre di più, attribuendogli pecche e difetti e riscrivendo in peggio la storia della relazione, per giustificare a sé stesso il tradimento» spiega su una delle voci più ascoltate di “Surviving Infidelity”, l’utente Switchboardfriend. «L’esito finale è duro ma inevitabile» chiosa Tracy Schorn: «Lascia un traditore, guadagna una vita».