Capelli

Mullet, Shag o Pixie cut: a ogni età il suo taglio e la sua piega

La voglia di cambiare con l'arrivo della bella stagione è un classico. Un esperto ci spiega come valorizzarci al meglio senza stravolgere troppo il nostro hair look e come scegliere acconciature, colore e prodotti a partire dai vent'anni fino ad arrivare alla fascia over 50

2 minuti di lettura

Finalmente si avvicinano le vacanze e con loro anche la voglia di un taglio nuovo, di pettinarsi diversamente o semplicemente di osare un colore per ravvivare un po' la chioma. Abbiamo chiesto a Sergio Carlucci, Co-fondatore di Toni&Guy Italia di raccontarci le tendenze più gettonate del momento e anche quali sono i tagli particolari richiesti nei saloni. E poi, i ricci in versione esagerata sono davvero una grande tendenza del momento? Quali asciugature è meglio prediligere: l'effetto wet & dry o capelli super piastrati? Ma, soprattutto, l'esperto ci ha spiegato come mettere in risalto il volto in base alla propria età.

 

Dai 20 ai 40 anni: Shob, Shag, Mullet e Curly bob, piega naturale e colore deciso

"Partendo dal presupposto che ogni donna per noi è unica, normalmente nei nostri saloni Toni&Guy non ragioniamo per 'età' ma creiamo servizi unici per esaltare la bellezza autentica della cliente. Potremmo però dire che: fra i 20 e i 40 anni il volto e i capelli sono freschi e pronti ad accogliere degli stili più avventurosi. In questa fascia di età oggi si tende a scegliere hairlook più lunghi oppure, da chi piace osare, sono molto richiesti anche i tagli del momento come Shob, Shag, Mullet e Curly bob (come quello di Billie Eilish ad esempio, ndr). Interessante anche il grande ritorno dei capelli ricci con tutti i suoi volumi, cercando di optare per tagli che valorizzino anche la texture. Anche per la scelta del colore tra i 20 ed i 40 anni si opta spesso per nuances decise, più o meno accese, proprio per far risaltare meglio lo stile e anche le peculiarità del volto. Si prediligono styling per lo più naturali, le asciugature variano in base al taglio e al capello. Inoltre, secondo la tipologia del capello si sceglie un prodotto pre asciugatura corporizzante oppure anticrespo o lucidante".

 

Per la fascia over 50: Pixie cut e molta cura del capello

"Nella fascia over 50, invece, bisogna fare i conti con un capello che non sempre è corposo o denso a sufficienza e spesso si scelgono stili più spiritosi come i Pixie cut più o meno corti in base alle caratteristiche del volto della cliente. Super gettonati anche tagli di media lunghezza lievemente scalati per creare chiome morbide e movimentate (come quelli di Kamala Harris e Julia Roberts). In questa fascia d’età è fondamentale concentrarsi nella cura della propria cute e dei capelli, usando cicli anticaduta per irrobustire lo stelo almeno due volte all’anno. Importante è avere un protocollo di cura per le lunghezze che normalmente prevedono maschere cheratiniche per riempire i capelli in modalità 'filling'. Tecniche di colorazione che piacciono molto sono ad esempio i punti luce attorno al viso, generalmente si tende a scegliere colori che vadano a schiarire e a dare luce al volto per non sottolineare i difetti del tempo. Consiglio styling molto naturali ma ben curati, in modo che i capelli comunichino vigore e non sembrino mai trasandati. I prodotti must-have devono essere volumizzanti e riempitivi abbinati ad accessori come spazzole in setola leviganti per addolcire l’effetto dello styling”.