Conte: “Mi aspetto da domani un Rt a 1 e molte regioni che da rosse diventino arancione”

Il premier: «Maggioranza ben coesa e salda. Il contributo critico dell’opposizione fa bene al Paese»

Il report settimanale sullo stato dell’epidemia è ormai quasi sul tavolo. Non a caso, intervistato dal Tg5, il premier Giuseppe Conte spiega che «domani è una giornata importante». Importante perché, prosegue, «mi aspetto un Rt nazionale all'1, sarebbe un un segnale importante, e che molte regioni che sono rosse diventino arancioni o gialle. Questo significherebbe misure meno restrittive per i cittadini». Certamente però, insiste, «è necessario fare ancora sacrifici, non possiamo abbassare la guardia, sarà un Natale diverso, ma non possiamo ritrovarci con alto numero di decessi e con un nuovo stress sulle strutture sanitarie». Sul tema, inbvece, maggioranza-opposizione Conte spiega che «oggi non ha rischiato Conte, perché le forze di maggioranza sono ben coese e salde e non ha rischiato il cavaliere Berlusconi». E aggiunge di essere lieto «di questa giornata, avevo dichiarato che il tavolo di confronto sarebbe rimpasto sempre aperto all'opposizione. Auspico che questo dialogo nel rispetto dei ruoli - la maggioranza deve sostenere il governo, l'opposizione deve dare il suo contributo critico - ci sia. Questo contributo critico dell'opposizione fa bene al Paese».

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi