Inauguration Day, Joe Biden e Kamala Harris hanno giurato: “Scriveremo una storia di speranza e giustizia”

ll presidente uscente Trump ha lasciato il tradizionale messaggio al successore sulla scrivania dell'Ufficio ovale della Casa Bianca

Washington, Joe Biden presidente: la diretta dell'Inauguration Day

WASHINGTON.  Il presidente eletto Joe Biden ha giurato a Capitol Hill. La coppia presidenziale, insieme alla vice presidente eletta Kamala Harris e al consorte Douglas Emhoff, è stata accolta da un picchetto d'onore schierato lungo la scalinata e dai leader democratici e repubblicani del Congresso.  Eugene Goodman, l'agente eroe afroamericano della Capitol Police che ha salvato i senatori durante l'assalto al Congresso del 6 gennaio scorso da parte dei sostenitori di Donald Trump, ha scortato Kamala Harris.

Così l'agente afroamericano Goodman ha salvato i senatori: "È l'eroe di Capitol Hill"

Il corteo del presidente eletto si è fatto strada attraverso una Washington per lo più deserta dopo la messa nella Cattedrale di San Matteo Apostolo. Le strade che normalmente sarebbero state fiancheggiate da migliaia di spettatori sono state invece circondate da una massiccia presenza delle forze di sicurezza con veicoli militari e truppe armate. Circa 25.000 membri della Guardia Nazionale sono stati inviati a Washington a seguito dell'assalto al Campidoglio degli Stati Uniti due settimane fa. Biden si è fermato per salutare dai gradini del Campidoglio prima di entrare nell'edificio.

Anche il vicepresidente Mike Pence e il leader dei repubblicani in Senato Mitch McConnell, due ex alleati di Donald Trump, erano in Campidoglio per partecipare alla cerimonia di insediamento. Insieme a McConnell c'è Elaine Chao, la moglie ex ministro dei Trasporti dell'amministrazione Trump.

Inauguration Day: tutto quello che c'è da sapere tra tradizione e pandemia

Le parole del giuramento
 «Giuro solennemente di adempiere con fedeltà all'ufficio di presidente degli Stati Uniti, e di preservare, proteggere e difendere la Costituzione degli Stati Uniti al meglio delle mie capacità», sono le parole che alle 12 (ora di Washington)  Biden ha pronunciato nelle mani del giudice capo della Corte Suprema, John Roberts. La formula è quella prevista all'articolo II, sezione 1, della Costituzione americana.

Il giuramento di Joe Biden: è il 46esimo presidente degli Stati Uniti

La prima cerimonia di inaugurazione in America si svolse il 30 aprile 1789: George Washington giurò davanti alla Federal Hall di New York, da un balcone che affacciava su Wall Street, nelle mani del cancelliere Robert Livingston. La prima cerimonia a Washington, a Capitol Hill, fu il 4 marzo del 1801, quando Thomas Jefferson giurò da terzo presidente e fece il suo discorso d'insediamento all'interno dell'aula del Senato.

Usa, Kamala Harris giura sulla Bibbia durante la cerimonia di inaugurazione

La dedica di Biden alla moglie
«Ti amo, Jilly, e non potrei essere più grato di averti con me nel viaggio che ci aspetta», ha scritto in un tweet Biden commentando le immagini di un video in cui tiene per mano la moglie. 

Dal 5 novembre al 20 gennaio, i 76 giorni che hanno sconvolto gli Usa: così si è scatenato il caos creato da Trump

Falso allarme bomba alla Corte Suprema
Era massima l’allerta sulla giornata di insediamento: un falso allarme bomba – riferisce la Cnn – ha costretto allo sgombero della Corte Suprema proprio mentre il presidente eletto si recava a Capitol Hill. L'edificio della Corte Suprema si trova di fronte al Campidoglio degli Stati Uniti, dove il presidente eletto Joe Biden ha giurato a mezzogiorno, ora americana.

Trump sale sull'Air Force One per l'ultima volta da presidente

Il messaggio di Trump sulla scrivania della Casa Bianca
ll presidente uscente ha lasciato il tradizionale messaggio al successore sulla scrivania dell'Ufficio ovale della Casa Bianca: lo ha confermato il portavoce di Trump, Judd Deere, senza anticipare il contenuto della lettera. Il primo presidente uscente a inaugurare la tradizione del messaggio al suo successore era stato Ronald Reagan, che aveva scritto a George H.W.Bush «non lasciarti abbattere dai tacchini». Barack Obama aveva lasciato il messaggio sulla scrivania di Donald Trump, ma non era scontato che quest'ultimo lasciasse una nota per Biden, che non ha voluto accogliere alla Casa Bianca.

Lettera di sostegno dei deputati del Partito Repubblicano
Intanto diciassette deputati del Partito Repubblicano appena eletti e guidati da Beth Van Duyne hanno inviato una lettera a Biden esprimendo la loro intenzione di lavorare con lui. «Crediamo fermamente che ciò che ci unisce come americani sia molto più grande di qualsiasi cosa che possa mai dividerci», hanno scritto indicando che il loro obiettivo è «mantenere gli Stati Uniti come il miglior Paese del mondo». «Gli americani vogliono semplicemente vedere i leader di entrambi gli schieramenti lavorare su questioni importanti per le famiglie, i lavoratori e le imprese americane», è aggiunto nella lettera che è firmata tra gli altri da Madison Cawthorn, Barry Moore, Burgess Owens, Mariannette Miller-Meeks, Peter Meijer, Ashley Hinson e Carlos A. Gimenez.

Inauguration Day, chi c'era al fianco dei presidenti durante il giuramento: le differenze di stile

Gli ex presidenti alla cerimonia
Per primi sono arrivati George W. Bush e la moglie Laura, varie ore prima della cerimonia di giuramento. Barack e Michelle Obama, Bill e Hillary Clinton sono arrivati poco dopo, in cortei separati. L'altro ex presidente vivente, il 96enne Jimmy Carter, aveva annunciato in precedenza che non avrebbe partecipato. Carter e la moglie, la 93enne Rosalynn Carter, hanno in gran parte vissuto nella loro casa a Plains, in Georgia durante la pandemia di coronavirus.

Trump atterrato in Florida
Mentre a Washington tutto era pronto per la cerimonia di giuramento, Donald Trump e la moglie Melania atterravano in Florida, per poi dirigersi al resort di Mar-a-Lago, loro nuova residenza. Trump ha guardato l'inizio della cerimonia mentre era in volo, a bordo dell'Air Force One, diretto a Palm Beach. 

Barack e Michelle Obama arrivano al Campidoglio per l'inaugurazione di Biden

*** LA CRONACA DEL GIURAMENTO

Applausi per Pence
Calorosi applausi bipartisan per Mike Pence e la moglie quando sono usciti da Capitol Hill per prendere posto sulle tribune esterne per il giuramento di Joe Biden e Kamala Harris. Applausi previsti dal protocollo ma non così scontati dopo le violente polemiche dei giorni scorsi per il ruolo di Pence, che ha voltato le spalle a Donald Trump.

Biden e Harris arrivati sul palco per il giuramento
Joe Biden e Kamala Harris, accompagnati dai propri consorti, sono arrivati sul palco per il giuramento accolti da una ovazione.

La preghiera
La cerimonia al Campidoglio degli Stati Uniti è iniziata con la preghiera: «Oggi è il giorno del patriottismo americano».

Lady Gaga canta l’inno
Tutti in piedi con la mano sul petto durante l'inno nazionale cantato da Lady Gaga, accompagnata dalla banda dei Marine. Vestita con una lunga e larga gonna rossa e una maglia nera, ha intonato le note dell'inno tenendo un microfono color oro. Una volta terminato, si è fermata per pochi secondi a salutare Joe Biden e Kamala Harris.

Inauguration day, Lady Gaga canta l'inno nazionale per Biden e Harris

E’ il momento dei giuramenti
Prima a giurare è Kamala Harris, prima donna afroamericana a diventare vicepresidente degli Stati Uniti. Un momento storico per l’America. Mai una donna di colore aveva raggiunto questa posizione.

Biden ha giurato
Joe Biden ha giurato come 46esimo presidente degli Stati Uniti davanti al presidente della Corte suprema John Roberts, su una vecchia Bibbia di famiglia (127 anni) tenuta dalla moglie Jill. «Giuro solennemente di adempiere con fedeltà all'ufficio di presidente degli Stati Uniti e di preservare, proteggere e difendere la Costituzione al meglio delle mie capacità. Che Dio mi aiuti», ha detto, pronunciando la formula di rito e diventando a 78 anni il presidente Usa più anziano a entrare in carica, il primo del Delaware e il secondo cattolico dopo John F. Kennedy.

Inauguration day, Jennifer Lopez sul palco canta "This land is your land" per Biden

Il discorso del presidente: «Scriveremo una storia di speranza»
«Oggi è il giorno della democrazia, la democrazia ha tremato ma ha prevalso»: è iniziato con queste parole – chiaramente riferite a Trump – il discorso del 46esimo presidente degli Stati Uniti. «Questa è la giornata dell'America, della democrazia, della storia e della speranza, del rinnovamento, un momento cruciale. La volontà del popolo è stata ascoltata. Per tantissimi anni l'America è stata messa alla prova, oggi celebriamo la vittoria non di un candidato ma della democrazia. La democrazia è preziosa, fragile, in quest'ora ha prevalso».

Il neopresidente Usa ha promesso di ristabilire il rispetto della verità e ha invitato a «respingere» la cultura della manipolazione dei fatti, un altro riferimento indiretto a Trump. Dal Biden un appello all’unità: «Uniamo la nazione, unitevi a me in questa causa». Ha detto: «Si può dissentire, ma pacificamente. Io sarò il presidente di tutti gli americani, mi batterò anche per coloro che non mi hanno sostenuto. Abbiamo il primo vicepresidente donna, Kamala Harris: non ditemi che le cose non possono cambiare». Ha dichiarato il suo impegno per «sconfiggere la supremazia bianca e il terrorismo interno». «So – ha aggiunto – che le forze che ci dividono sono profonde e concrete, ma so anche che non sono nuove, la nostra storia è una costante battaglia tra l'ideale americano che siamo stati tutti creati uguali, e la dura brutta realtà di razzismo, nazionalismo, paura, demonizzazione, che a lungo ci hanno diviso. Questa battaglia «è perenne e la vittoria mai assicurata», ma «gli angeli migliori hanno sempre prevalso e in questi momenti ci siamo uniti per andare avanti. Possiamo farlo ora, storia, fede e ragione ci mostrano la strada dell'unità».

Un passaggio del suo discorso Biden lo ha dedicato alle relazioni oltre i confini americani: «Il mondo ci guarda, ripristineremo le nostre alleanze». Non può poi dimenticare, il neo presidente, l'emergenza coronavirus e i tanti morti: «Il virus – dice – ha fatto più vittime di quanti americani sono morti nella Seconda Guerra Mondiale. Possiamo battere il virus». Ha invitato tutti alla preghiera, fermandosi in silenzio. 

Nel suo discorso inaugurale Biden non ha mai citato esplicitamente Donald Trump, evocandolo solo indirettamente quando ha parlato dell’«attacco alla democrazia e alla verità», della necessità di rifiutare la cultura dei fatti manipolati e anche inventati. Ma anche nell'appassionato invito all'unità del Paese.

L’account Twitter della presidenza Usa passato da Trump a Biden
L'account Twitter ufficiale della presidenza degli Stati Uniti, Potus, è passato ufficialmente a Joe Biden subito dopo il giuramento. Durante le parole pronunciate dal nuovo presidente, l’account ha inoltre superato il milione di followers. Per decisione di Twitter, Biden era ripartito da zero e non aveva ereditato i milioni di seguaci di Trump e, prima, di Obama. 

«Non c’è tempo da perdere contro la crisi», è il messaggio scritto su Twitter da Joe Biden nel suo primo tweet da presidente degli Stati Uniti: «Mi sto dirigendo verso lo Studio Ovale per mettermi subito al lavoro e intraprendere delle azioni forti per dare un immediato aiuto alle famiglie americane».

Usa, Trump lascia la Casa Bianca e promette: "Ritorneremo in qualche modo"

L’omaggio al milite ignoto
Al termine della cerimonia del giuramento il neopresidente Biden ha reso omaggio alla tomba del milite ignoto al cimitero di Arlington, in Virginia, deponendo una corona di fiori insieme alla vice presidente Kamala Harris. Con loro c'erano anche i tre vice presidenti presenti all'inauguration: Barack Obama, George W. Bush e Bill Clinton. Presenti anche le ex first lady Michelle Obama, Laura Bush e Hillary Clinton. Poco prima, Biden e Harris avevano partecipato alla tradizionale «Pass in review», la cerimonia che rende omaggio al pacifico passaggio di poteri a un nuovo  «commander in chief». Biden e Harris, accompagnati dai rispettivi coniugi, hanno osservato la parata militare sui gradini dell'East Front del Campidoglio. Membri dell'esercito hanno salutato il nuovo presidente e alcuni musicisti hanno suonato motivi patriottici tradizionali.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi