L’Australia attacca la Cina: “Tweet ripugnante, lo cancelli”

Il ministero degli Esteri twitta la foto di un soldato di Canberra che sgozza un afghano

SIDNEY. Il premier australiano ha chiesto le scuse ufficiali alla Cina e la rimozione di una foto ritoccata e postata su Twitter da un portavoce del ministero degli Esteri nel quale si vede un soldato australiano che sgozza un giovane civile afghano. Pechino «dovrebbe vergognarsi di un tweet del genere» ha attaccato Scott Morrison, definendo l'immagine «ripugnante». La foto, chiaramente modificata al computer, è stata pubblicata dall'alto funzionario cinese Zhao Lijian in seguito all'uscita di un rapporto su crimini commessi dai soldati australiani in Afghanistan. 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi