Iran: potremmo uscire dal trattato sulle armi nucleari

L'Iran ha annunciato di aver arricchito l'uranio fino al 5 per cento. L'intesa siglata con la comunità internazionale siglata nel 2015 prevede un limite all'arricchimento dell'uranio al 3,67 per cento. A dare notizia dell'evoluzione del processo di arricchimento, destinato ad alimentare le preoccupazioni occidentali, è stato Beehrouz Kamalvandi, portavoce dell'Organizzazione per l'energia atomica iraniana. Icntanto, si è appreso che domenica gli ispettori dell'Aiea analizzeranno campioni di uranio arricchito nell'impianto di Fordow, ripartito nelle ultime ore.

Oltre a questa notizia l'Iran ha anche comunicato che potrebbe porre fine alla sua adesione al Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) in risposta al fallimento dell'Ue nell'adempiere agli impegni assunti nei confronti dell'Iran nell'ambito dell'accordo nucleare del 2015. Lo ha detto l'ambasciatore iraniano a Londra, Hamid Baeidinejad. L'Iran, ha sottolineato, continuerà a prendere provvedimenti per ridurre gli impegni ogni due mesi come «campanello d'allarme» in risposta all'inazione dell'Ue, a meno che gli europei non si muovano per salvare l'accordo.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi