Caro Bollette, il pressing dei partiti dopo il no al contributo di solidarietà

Un fronte trasversale chiede atre risorse per alleggerire il costo di luce e gas

ROMA. Matteo Salvini chiede «più coraggio». Lo invoca anche il partito di Giorgia Meloni. Il Pd dice apertamente che «occorreranno più fondi». Dopo la decisione di Mario Draghi di rafforzare i tagli fiscali ai ceti più deboli, e dopo il mancato accordo sul contributo di solidarietà ai redditi più alti, i partiti premono perché si faccia di più contro il caro energia.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Kenya, elefantessa partorisce due gemelli: non accadeva da anni

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi