Presunta corruzione a scuola, dirigente del ministero dell’Istruzione tenta il suicidio: è gravissima

Si è lanciata dal secondo piano. Era sconvolta dalla perquisizione del giorno prima

Il capo del dipartimento per le Risorse umane, finanziarie e strumentali del ministero dell'Istruzione, G.B., 47 anni, è ricoverata in gravissime condizioni al Policlinico Gemelli dopo essersi lanciata dal secondo piano di un palazzo in piazza della Libertà a Roma. Ha riportato fratture multiple alla colonna vertebrale e al bacino, alle gambe e alle costole.

Proprio oggi la notizia, diffusa dal quotidiano La Verità, che la donna è indagata per corruzione, in concorso con altre persone, nell'ambito di un'inchiesta della procura di Roma relativa a presunte tangenti per affidamenti di appalti da parte del ministero.

Gli investigatori ieri avevano perquisito la sua casa romana, l’ufficio di Viale Trastevere e una soffitta nella sua disponibilità. Le avevano sequestrato telefonino e pc. 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi