Violenta la cugina 12enne che resta incinta, arrestato un giovane di 23 anni a Riccione

La ragazzina è all’ottavo mese. Emersi abusi anche nei confronti di un’altra parente. L’accusa è di atti sessuali con minori e violenza sessuale aggravata

Un giovane di 23 anni è stato arrestato dai carabinieri di Riccione con l'accusa di aver violentato la cugina di 12 anni, rimasta poi incinta. Ora è all'ottavo mese di gravidanza. I genitori  si erano rivolti ai carabinieri per denunciare ciò che avevano appena scoperto in seguito a una visita dal pediatra. Il medico insospettito da un rigonfiamento all'addome, aveva infatti sottoposto la bambina a ulteriori accertamenti scoprendo l'avanzata gravidanza. 

La ragazzina, a quel punto, ha raccontato tutto quello che era accaduto, del cugino più grande e dei pomeriggi da soli in casa. I carabinieri hanno scoperto abusi anche nei confronti di un'altra cugina, sempre di 12 anni. 

I militari hanno rintracciato il giovane a Firenze e dato esecuzione a un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dal sostituto procuratore, Davide Ercolani, con le accuse di atti sessuali con minori e di violenza sessuale aggravata.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi