Francia, incriminati quattro poliziotti per il pestaggio del produttore musicale

Due agenti sono finiti in carcere. Le accuse sono di «violenza intenzionale da parte di una persona che detiene l'autorità pubblica» e «falso in atto pubblico»

Sono stati incriminati i 4 poliziotti ritenuti i responsabili del pestaggio del produttore musicale di colore Michel Zecler e di nove giovani che si trovavano nel suo studio a Parigi il 21 novembre scorso. Due di loro, secondo fonti giudiziarie citate dai media francesi, sono stati portati in carcere. 

Secondo quanto riporta Bfm Tv, per tre di loro le accuse sono di «violenza intenzionale da parte di una persona che detiene l'autorità pubblica» e «falso in atto pubblico», in conformità con le richieste della procura di Parigi. Per l'agente di polizia sospettato di aver lanciato i lacrimogeni nello studio musicale del 17° arrondissement dove è avvenuto l'aggressione, l'accusa è di «violenza intenzionale». 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi