In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Bambina suicida a 12 anni a Conegliano, il papà: “Forse un gioco finito male, voglio la verità”

La giovane si era trasferita dall’Albania qualche mese fa assieme alla famiglia. Il corpo ritrovato in giardino accanto a un albero

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

Si sarebbe tolta la vita a soli 12 anni. È il suicidio la pista più accredita secondo la Procura di Treviso che sta indagando sulla morte di una ragazza albanese, avvenuta venerdì scorso. Le certezze, però – da quanto si apprende – sono ancora poche. Il fatto è avvenuto nel giardino della casa a Conegliano dove la giovane si era trasferita da pochi mesi con la famiglia di nazionalità albanese. Ora il padre della bambina chiede verità su quanto accaduto e non crede a un gesto volontario.

Secondo una prima ricostruzione, come riporta Il Gazzettino, venerdì pomeriggio la ragazzina era a casa con la famiglia. Era uscita in giardino per giocare con il fratello minore e con un altro amichetto. Poco dopo il suo corpo è stato trovato privo di vita accanto ad un albero. «Voglio sapere la verità - sono state le prime parole del padre della 12enne -, se è un gioco finito male o se sono venute qua altre persone che hanno fatto del male alla mia bimba». Il genitore ha escluso che «si tratti di bullismo, lei era felice e poi non ha il telefono – ha dichiarato –. Non accuso nessuno, voglio la verità».

Nel fascicolo della Procura, al momento, non compaiono specifiche ipotesi di reato né indagati. Gli investigatori, come ipotesi principale, pensano dunque a un gesto volontario, forse motivato da una grave depressione dopo il trasferimento dall'Albania all'Italia, avvenuto pochi mesi prima.

I commenti dei lettori