Dal potassio all'Omega 3: integratori alimentari, che passione

Dal potassio all'Omega 3: integratori alimentari, che passione
Nella Ue sono regolati come veri e propri alimenti. Ma attenzione, non devono essere considerati come sostituti di una dieta sana ed equilibrata
2 minuti di lettura

Negli ultimi anni il loro utilizzo è cresciuto insieme alla ricerca di stili di vita sani ed equilibrati. Gli integratori alimentari o dietetici sono diventati parte delle abitudini quotidiana di molti: Omega 3, Magnesio, Potassio o Vitamina D, Calcio, Echinacea, per fare solo qualche esempio, sono ormai parte della cultura del benessere. Possono essere acquistati nelle farmacie, nei supermercati, nei negozi specializzati e su internet. Gli integratori sul mercato sono però davvero molti e il panorama si arricchisce sempre di nuovi nomi. Anche le domande intorno a questo tipo di pillole sono tante. A cosa servono, chi dovrebbe utilizzarli, presentano rischi?

 

Va detto subito che nell'UE gli integratori alimentari sono regolati come veri e propri alimenti. Un aiuto prezioso arriva dall'EFSA, che fornisce pareri scientifici sulla sicurezza di una sostanza se questa è destinata all'uso in un integratore alimentare e non ha una storia di impiego sicuro nell'UE prima del 1997 o se uno Stato membro ne richiede una valutazione specifica. Sotto la lente degli esperti finiscono ingredienti che compongono gli integratori come vitamine, minerali, aminoacidi, enzimi ed estratti di erbe, che vengono assunti sotto forma di compresse, capsule, polveri e liquidi. I prodotti botanici e le preparazioni a base di piante, alghe, funghi o licheni sono ampiamente disponibili nell'UE sotto forma di integratori alimentari, per esempio: ginseng, ginkgo, aglio e iperico, tutti prodotti già largamente conosciuti. 

Proprio il tema degli integratori alimentari è uno dei tre approfonditi in Italia nell’ambito dell’edizione 2022 di #EUChooseSafeFood, la campagna lanciata in Europa dall’EFSA (European Food Safety Authority) con la collaborazione in Italia del Ministero della Salute. Gli altri due argomenti approfonditi dall’Italia sono i MOCA (Materiali e Oggetti a Contatto con Alimenti) e il benessere animale. Il sito it.euchoosesafefood.eu, hub della comunicazione della campagna #EUChooseSafeFood, offre utili informazioni su questa materia. 

 

Cosa sapere

Gli integratori non sono tutti uguali. Alcuni aggiungono nutrienti e vitamine, che potrebbero non essere consumati a sufficienza nell’alimentazione quotidiana. Altri, invece, possono contribuire a ridurre il fattore di rischio di una malattia. Gli integratori possono essere usati per mantenere la salute generale, sostenere le prestazioni mentali e sportive o fornire supporto al sistema immunitario. Ma gli integratori alimentari non sono prodotti medicinali e il loro uso non è destinato a trattare o prevenire le malattie. 

Non dovrebbero essere considerati come sostituti di una dieta sana ed equilibrata. Infatti, la maggior parte delle persone non ha bisogno di integratori perché la loro dieta fornisce tutti i nutrienti di cui hanno bisogno, tranne la vitamina D, se l'esposizione al sole è limitata. Solo una certa quantità di ogni nutriente è necessaria al nostro corpo per funzionare e quantità maggiori non necessariamente sono più efficaci. Infatti, in dosi elevate, alcune sostanze possono avere effetti negativi e possono persino diventare dannose.  

 

La sicurezza in UE

Chi ha bisogno di assumere integratori alimentari può essere certo che gli esperti EFSA ne hanno verificato la sicurezza utilizzando le ultime informazioni disponibili e che tali valutazioni del rischio sono state impiegate per etichettare il prodotto in modo corretto, proteggendo e guidando così il consumatore.

Mentre molti integratori alimentari hanno una lunga storia di utilizzo in Europa, si mantengono comunque alcune accortezze riguardo la sicurezza e la qualità di altri prodotti. Questi includono il rischio di contaminazione chimica o microbiologica e la necessità di garantire che le concentrazioni di agenti bioattivi siano entro limiti sicuri.