Vinitaly, bilancio positivo. Danese (Veronafiere): "E ora uniti per sfidare la Francia"

Maurizio Danese, presidente di Veronafiere 
Tredicimila presenze alla Special Edition di Verona. Il presidente dell'evento: "Un'intesa con il governo per unificare le fiere di filiera: grazie ai fondi statali siamo riusciti a recuperare le perdite. Adesso puntiamo ad aumentare il valore del vino". Il sottosegretario Centinaio: "Compatti contro le imitazioni dei nostri prodotti". Prandini (Coldiretti): "I falsi ci sottraggono un miliardo di euro"
4 minuti di lettura

“Stiamo facendo un ragionamento col governo per unire le fiere della filiera agroalimentare, è arrivato il momento di mettere da parte i campanilismi e fare progetti comuni fra eventi”. Maurizio Danese, presidente di Veronafiere, nello stand de Il Gusto tira le somme della Special Edition di Vinitaly che nei tre giorni di esposizione ha visto protagonisti 13mila operatori professionali, più di 2500 buyer (circa il 22% del totale) e 60 nazioni rappresentate, in attesa della 54^ edizione in programma dal 10 al 13 aprile 2022.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori