Il fattore B: Barolo e Brunello al top anche al supermercato

Le bollicine, con più 27% di vendite, trainano tutto il comparto della grande distribuzione. E i gusti del consumatore stanno evolvendo. Virgilio Romano, responsabile vini dell'istituto di ricerca Iri: "Nel lungo periodo si tende a comprare prodotti con prezzo medio più alto". Gobino (Unione Italiana Vini):  "Meno quantità, più qualità è il nuovo motto anche in questo canale" 
2 minuti di lettura

Dopo uno sprint da centometrista realizzato nel 2020, il vino nella distribuzione moderna di supermercati e ipermercati italiani si mantiene in territorio positivo, ma riprende fiato, complice anche la ritrovata normalità. Lo dice l’analisi dell’istituto di ricerca Iri presentata a Vinitaly Special Edition, evidenziando una fase di doppio riequilibrio del mercato.

Vinitaly, il vino al supermercato cresce.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori