Finanza

La Bri: occhio alla "bolla verde" dell'Esg, che vale ormai 35mila miliardi di dollari

Johannes Eisele/AFP via Getty Images 
Per la Banca dei regolamenti internazionali ci sono segnali che le valutazioni questi di asset "siano tirate". Occorre anche "identificare e gestire i rischi finanziari che possono emergere" 
1 minuti di lettura

Sospinta dalla transizione verso un'economia a ridotte emissioni inquinanti, vola la domanda di prodotti finanziari Esg, ossia con un impatto positivo su ambiente, società e conduzione aziendale (environmental, social and governance in inglese). Al punto che, come evidenzia l'ultimo studio sul tema della Banca dei regolamenti internazionali (Bri o Bis in inglese, Bank for international settlements), nel periodo dal 2016 al 2020 si stima una crescita delle attività Esg di circa un terzo, fino a 35mila miliardi di dollari, vale a dire almeno il 36% degli asset complessivamente gestiti a livello professionale. 

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori