L'iniziativa

Rimbocchiamoci le maniche per pulire il mondo: è il World cleanup day

Migliaia di volontari impegnati, il 18 e 19 settembre, a raccogliere i rifiuti da spiagge, città e parchi. Già previste almeno 800 azioni coordinate da Let's Do It! Italy
1 minuti di lettura

I rifiuti abbandonati sono tanti. Troppi. E quando non basta più fare ognuno la propria parte per evitare di lasciarli in giro, è il momento di rimboccarsi le maniche. Se c’è una bottiglietta di plastica a ogni angolo della strada, se la spiaggia è invasa dai mozziconi di sigaretta, o il parco pullula di fazzoletti e mascherine, questo fine settimana è il momento giusto per dare vita a una rivoluzione gentile, un’azione civica di pulizia, la più grande al mondo, proprio in occasione del World Cleanup Day che si celebra questo 18 settembre.

Non solo sabato, ma per tutto il weekend, da Torino a Palermo, passando per Roma, Napoli e tutti i capoluoghi di provincia sono già previste quasi 800 azioni coordinate dall’associazione Let’s do It! Italy. Ma sono destinate a crescere, perché le iniziative crescono sempre a ridosso della giornata mondiale. Tantissimi anche i comuni medio piccoli dove migliaia di volontari come Alessio, Marco e Alexia armati di guanti e sacchi, puliranno un angolo di strada, una piazza, una spiaggia, un parco urbano.

“Per noi - racconta Vincenzo Capasso, presidente di Let's Do It! Italy - il mese di settembre è da anni dedicato alle azioni di pulizia, dietro le quali c’è il lavoro di decine di volontari nei mesi precedenti. Una fatica che però viene ripagata dalla grande partecipazione dei cittadini, che sono sempre più attenti alle questioni ambientali locali e globali”.

Il World Cleanup Day, patrocinato dal Ministero della Transizione ecologica e da All4Climate – Italy 2021, è iniziato già da qualche giorno. Domenica 12 settembre è stata Torino ad aprire le danze di questa edizione con la #trashchallenge organizzata lungo le rive del Po dove diverse associazioni del territorio e oltre 250 volontari hanno recuperato un carrello della spesa, bici, tubi, ferro, siringhe, centinaia di bottiglie di plastica e vetro e migliaia di cicche di sigarette.

Un’altra azione si è già svolta anche a Venezia sul Naviglio del Brenta e sul canale Novissimo. E una è prevista nel corso della Fashion Week di Milano: una sfilata con abiti realizzati con materiale da riciclo che si terrà il 26 settembre.