Gli italiani riciclano il 51% dei rifiuti, la media europea è 47%

In base ai dati dell'Istituto Superiore per la Produzione e la Ricerca Ambientale, ogni cittadino produce in media 497 chili di rifiuti urbani all'anno. E più della metà viene sottoposto a riciclaggio e compostaggio
1 minuti di lettura

Il futuro delle nuove generazioni sarà sempre più green. Non è un auspicio, ma il programma stabilito dal Green Deal europeo, la nuova strategia dell'Unione Europea che ha l'obiettivo di raggiungere la neutralità nelle emissioni entro il 2050. Gli italiani riciclano il 51% dei rifiuti urbani. In Italia ogni persona produce in media 497 chili di rifiuti urbani all'anno, il 51% dei quali viene sottoposto a riciclaggio e compostaggio.

Si tratta di un dato in linea con quello medio dei 28 paesi dell'Unione Europea, dove nel complesso ogni cittadino produce 482 chili di rifiuti, il 47% dei quali viene riciclato. In base ai dati dell'Istituto Superiore per la Produzione e la Ricerca Ambientale (Ispra) le regioni più virtuose nella raccolta differenziata sono il Veneto, il Trentino Alto Adige, la Lombardia. Ma siamo chiamati a fare di più: entro il 2025 si dovrà arrivare al riciclo di almeno il 55% dei rifiuti urbani. Inoltre il Parlamento europeo ha stabilito che entro il 2035 si potrà smaltire nelle discariche solo il 10% dei rifiuti urbani, contro l'attuale 25%.