Padova, soldati italiani e inglesi si sfidano a calcio nel 1917

Siamo durante la Grande Guerra. Match al Velodromo Monti. Sullo sfondo Santa Giustina e il Santo. Un documento storico eccezionale riemerso dagli archivi dell'Imperial War Museum di Londra

PADOVA. Inverno 1917. Il terzo della Grande Guerra. Uno dei più freddi del secolo. Al Velodromo Monti in città, una squadra delle forze inglesi e una dell’esercito italiano si sfidano a una partita di calcio. Le immagini di questa storica partita sono rimaste custodite per quasi un secolo nell’archivio dell’Imperial War Museum di Londra e sono state recuperate grazie a una ricerca durata tre anni, condotta dalla Cineteca del Friuli.

Nel filmato si distinguono nettamente la basilica di Santa Giustina, il frontone del Foro Boario, le cupole del Santo e più vicini i mezzi militari, le stalle, la caserma del 58esimo Fanteria. Lo stadio intitolato a Giovanni Monti, ex aviatore e giocatore del Padova, era stato inaugurato il 12 febbraio dell’anno prima, con una partita Padova-Verona (finita 4 a 0) e avrebbe ospitato le partite della squadra cittadina fino al 1923, quando passarono all’Appiani.

Durante la prima guerra mondiale furono organizzate diverse partite di calcio tra forze nemiche, a cominciare da quella tra truppe britanniche e tedesche durante la cosiddetta “Tregua di Natale” del 1914, una sorta di cessate il fuoco non ufficiale, al quale ne seguirono di simili sul fronte occidentale. Il documento fa ora parte del fondo Grande Guerra della Cineteca del Friuli al quale è stato riservato uno spazio particolare nell’ambito della 27esima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, che ha aperto ieri i battenti. Tra i numerosi appuntamenti che al Lingotto saranno dedicati al Primo conflitto mondiale, spicca quello in programma per domani, alle 20, nella Sala Rossa. Lo storico Giovanni De Luna, affiancato dall’attore Alessandro Sperduti, condurrà una lettura-concerto, su testi di celebri autori e con l’accompagnamento dal vivo di un ensemble d'archi. Sullo schermo scorreranno le immagini dal fondo Grande Guerra della Cineteca scelte dallo storico Gabriele D’Autilia e da Luca Giuliani in collaborazione con l'Istituto Luce. La selezione riguarda materiali rari, recentemente acquisiti, che interessano in particolare il Veneto e il Friuli. La presentazione è resa possibile dal nuovo laboratorio digitale della Cineteca del Friuli, dove le vecchie pellicole sono state digitalizzate e le immagini rese nuovamente disponibili per la visione.

La cineteca renderà presto disponibili altre immagini, che descrivono Padova sotto le bombe, come nel 1917 con la strage alla Rotonda della Gatta e il Duomo scoperchiato. Il filmato del bombardamento, che non fa parte dei materiali acquisiti, è stato recuperato a Washington negli Usa, durante le ricerche effettuate alla National Archives and Records Administration e alla Library of Congress. Sono riprese girate dalle stesse truppe americane, a bassa quota, e testimoniano uno dei numerosi bombardamenti subiti da Padova. Immagini analoghe sono già state archiviate e catalogate in passato. Alcune si trovano i filmati recuperati anni addietro e pubblicati nel 2006 nell’ormai celebre dvd Doppio sguardo sulla Grande Guerra a cura di Lucio Fabi e Giampaolo Penco. I filmati del fondo Grande Guerra della Cineteca del Friuli, con quelli dell’Istituto Luce si troveranno a Torino anche allo stand della Regione veneto, ospite del Salone del Libro. La Cineteca del Friuli è anche partner della scuola di dottorato in Discipline dello spettacolo del Bo nelle iniziative organizzate in vista del centenario. «Stiamo preparando una mappa geolocalizzata con i luoghi della Grande Gurra» spiega Manlio Piva, docente di Metodologia e critica dello spettacolo «che sarà presentata sabato 17 a Nervesa della Battaglia. Abbiamo poi già realizzato con la Fondazione Benetton un progetto per le scuole superiori e pensiamo a un eco-museo nei luoghi della Grande guerra».

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi