Donnet: «Vogliamo crescere nei paesi Cee anche con acquisizioni»

È quanto ha ribadito in un’intervista al quotidiano austriaco Der Standard il Group Ceo del Leone di Trieste nell’intervista ha parlato anche della Russia, precisando come si tratti di un’area con un enorme potenziale di sviluppo e ricordando che Generali possiede il 38,5% della compagnia di assicurazione locale Ingosstrakh e che recentemente è stato aperto un ufficio di rappresentanza a Mosca

TRIESTE. Il focus di Generali all’estero è rivolto alla crescita nell’Europa centrale e orientale (CEE), anche con acquisizioni nel caso si presentasse l’occasione giusta. È quanto ha ribadito in un’intervista al quotidiano austriaco Der Standard Philippe Donnet, Group Ceo del Leone di Trieste, ricordando le recenti operazioni in Polonia e in Slovenia. Il manager ha fatto presente che in suddetta regione il gruppo ha più di dodici milioni di clienti  e che tale mercato contribuisce per circa il 10% alla raccolta premi e per circa il 15% al risultato operativo.

Donnet nell’intervista ha parlato anche della Russia, precisando come si tratti di un’area con un enorme potenziale di sviluppo e ricordando che Generali possiede il 38,5% della compagnia di assicurazione locale Ingosstrakh e che recentemente è stato aperto un ufficio di rappresentanza a Mosca.

Il Group Ceo ha indicato anche nel Sud America e nell’Asia come altre aree per espandersi all’estero, pur rimarcando che il colosso triestino intende continuare a crescere anche in Italia. Inoltre, Donnet nell’intervista ha sottolineato ancora una volta come il focus non sarà solo all’attività tradizionale assicurativa, ma anche all’asset management, destinata a diventare il terzo pilastro del gruppo. Anche in quest’area di business le acquisizioni rivestono un ruolo molto importante, come avvenuto con l’acquisto di CM Investment Solutions da Bank of America-Merrill Lynch. Il manager, infine, nell’intervista ha ricordato come il gruppo intenda investire 1 miliardo nella digitalizzazione e nell’innovazione tecnologica entro il 2021.

Insalata con pollo, avocado, carciofi e asparagi

Casa di Vita