Ovs, Charles Voegele Austria deposita istanza di concordato

Stefano Beraldo, ad Gruppo Ovs

I rapporti tra il gruppo di Beraldo con la ex controllata svizzera sono cessati con la chiusura dell'accordo con Sempione. Non ci saranno ulteriori impatti sui conti di Ovs

Voegele Austria deposita istanza di concordato. Ovs ha chiuso ogni rapporto con la controllata svizzera detenuta per il tramite di  Sempione Retail, società veicolo di cui il gruppo con sede a Mestre (Venezia) deteneva il 35% del capitale.

E ieri, 31 luglio, in relazione al rapporto proprio con Sempione, il retailer guidato da Stefano Beraldo ha comunicato che, la controllata della società svizzera Charles Voegele Austria, ha depositato l’istanza di procedura concorsuale di ristrutturazione senza “self-administrator” la quale prevede il pagamento in misura percentuale dei creditori sociali.

Ovs aveva già integralmente svalutato la partecipazione nella società dandone conto nella relazione trimestrale al 30 aprile 2018. In tutto il rapporto con Sempione aveva inciso per 53 milioni di euro, tra write off e accantonamenti.

A fronte della risoluzione anticipata del Cooperation Agreement, comunicata al mercato il 30 luglio 2018, è dunque cessato ogni rapporto con il gruppo Sempione Fashion inclusa quindi la società Charles Voegele Austria.

«Si precisa – si legge nella nota - che in caso di accoglimento dell’istanza da parte delle competenti Corti austriache e di adesione da parte dei creditori alla proposta di pagamento parziale delle rispettive ragioni di credito, gli stessi saranno rimborsati in una percentuale in corso di definizione e, pertanto, anche OVS S.p.A. potrà beneficiare di un rimborso parziale dei crediti detenuti nei confronti di Charles Voegele Austria GmbH».

In caso di mancato accoglimento dell’istanza ed a fronte della svalutazione già effettuata il gruppo Ovs non avrà ulteriori impatti negativi di entità significativa sulla Società.
 

Crostatina di erbette all’arancia e pinoli

Casa di Vita