In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La musica di Sile Jazz scende lungo il fiume e unisce Treviso, Padova e Venezia

Il programma del festival dal 2 giugno al 22 luglio. Grandi nomi e spazio ai giovani tra verde e natura

Tommaso Miele
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Kayak Venice Trail per aprire la festa di musica sul fiume: dal 2 giugno torna Sile Jazz

 

Il fiume come trait d’union e la musica come barca itinerante: da venerdì 2 giugno e fino al 22 luglio torna, con la sua dodicesima edizione, Sile Jazz, la rassegna promossa da nusica.org caratterizzata dal rispetto del territorio e dall’estensiva apertura delle anse trevigiane del Sile alle province di Venezia e Padova.

Si parte all’insegna del verde e della natura a Casale: con le escursioni pomeridiane in kayak (partenza da Lughignano) e l’esibizione serale al Porticciolo del contrabbassista e compositore trevigiano Marco Trabucco, che presenterà il suo progetto “X”. Sabato 3 giugno, al Casello 104 di Morgano, appuntamento con il quartetto del batterista Luca Colussi, che presenta il suo ultimo lavoro dedicato al grande batterista e compositore Paul Motian, mentre domenica 4 sono attesi a Villa Lattes (Istrana) Daniele D’Agaro e Alessandro Turchet, con il tributo a Charles Mingus.

Sabato 10 giugno primo evento speciale: il concerto (dalle 16.30) di Uri Caine all’Auditorium “Lo Squero” della Cini, sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia (in collaborazione con Asolo Musica). Dialogheranno così Beethoven e Monk, Mahler, Wagner e Gershwin, grazie alla visione di un artista poliedrico tra i protagonisti più brillanti e versatili del panorama musicale degli ultimi decenni (biglietti su Boxol-Asolomusica).

Tra gli altri concerti da segnare in agenda: venerdì 23 giugno al Museo della Civiltà Contadina di Zero Branco, Florian Arbenz, con il progetto “Arbenz X Mehari/Veras, Conversation#1”, darà vita a una formazione insolita di chitarra, tromba e batteria. Sabato 24 giugno il Parco della Cultura di Mogliano attenderà il misterioso Amos Alfredson project, l’alter ego cosmopolita di Saverio Tasca con il suo trio, mentre tornerà domenica 25 (nel tardo pomeriggio) la “Passeggiata Sonora” a Treviso, accompagnata dalla tromba di Flavio Zanuttini.

L’ultimo weekend del mese (venerdì 30 giugno) porterà Sile Jazz nuovamente nel cuore trevigiano: alla Loggia dei Cavalieri le suggestioni nordiche della pianista islandese Sunna Gunnlaugs e il suo trio, mentre sabato 1° luglio è attesa la serata più energica della rassegna con Paolo Fresu e Omar Sosall’anfiteatro del parco di Villa Cappelletto a Vedelago, con il nuovo lavoro a quattro mani “Food”.

Spazio ai giovani talenti: venerdì 14 luglio a Preganziol ribalta per Valentina Fin e il progetto Cohors, inedito e singolare confronto virtuoso tra jazz e la tradizione musicale delle corti europee del Rinasciment; domenica 16 luglio il festival torna nella provincia di Venezia, a Jesolo, con il quartetto del pianista Francesco Scaramuzzino. Chiusura il 22 luglio con la crociera jazz in Laguna che partirà da Portegrandi e arriverà a Burano, accompagnata dalle note di Indaco Trio con il tributo a Billie Holiday e Nina Simone.

I concerti serali inizieranno alle 21; ingresso a 2 euro (ad eccezione degli eventi speciali) su oooh.events o a 3 euro in loco, fino ad esaurimento posti.

I commenti dei lettori