In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Treviso, Comic Book festival, è subito boom di pubblico

Successo oggi nel primo giorno dell’evento, anche sotto la pioggia. Domani si replica fino a sera

Tommaso Miele
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Le code per entrare alla rassegna

 

Copertine che invitano allo sfoglio, tra temi del presente e del passato, con titoli come “Putin e la Russia” e “Carlo Giuliani. Il ribelle di Genova”. O più acchiappanti, magari con un occhio di riguardo a dei freschi genitori, come “La sessualità spiegata ai bambini e alle bambine”. E poi ancora, i colori sgargianti di Cristina Daura, le pubblicazioni di Saldapress, Canicola, Eri, Becco Giallo, MalEdizioni e di altre tra le più importanti case editrici e realtà editoriali di nicchia del fumetto italiano (ben 25). A completare il quadro, centinaia di autori a rotazione a disegnare, dedicare qualche riga o a dispensare qualche risata in modalità firmacopie: da Max de Radiguès a Simone Angelini, da Dottor Pira a Sarah Mazzetti, fino a Eliana Albertini e Irene Di Oriente, tra gli altri.

Treviso Comic Book Festival, fumetti che passione

Passeggiare negli spazi del chiostro dell’ex chiesa di Santa Margherita al Museo Nazionale Collezione Salce, in questi due giorni (anche) sede della mostra mercato del Treviso Comic Book Festival, regala la netta sensazione di essere catapultati in un mondo a parte. Il PalaFoodRacers, nuova location coperta adibita a contenitore effervescente delle fantasie in technicolor più differenti, ha iniziato a popolarsi fin dalla mattinata di oggi. Domani, domenica 25 settembre, la rassegna continua.

I commenti dei lettori