Allarme furti, anche il centrosinistra vuole i vigilantes

Sicurezza nei quartieri di Sant’Angelo e Canizzano, anche il Pd del capoluogo accoglie l’ipotesi della vigilanza privata dopo la raffica di furti in casa di queste ultime settimane. «A breve termine,...

Sicurezza nei quartieri di Sant’Angelo e Canizzano, anche il Pd del capoluogo accoglie l’ipotesi della vigilanza privata dopo la raffica di furti in casa di queste ultime settimane.

«A breve termine, insieme alla videosorveglianza può essere un buon intervento», sostiene Andrea Cagnin del gruppo del partito che si occupa del quartiere, «ma alla lunga serve un progetto di rilancio».

Intanto sabato scorso la Lega Nord di Treviso ha allestito un gazebo di fronte alla chiesa di Canizzano per chiedere che ci sia un intervento nel quartiere ma anche ascoltare le richieste dei cittadini.

«Fanno i gazebo, però per vent’anni hanno attinto voti proprio da quei quartieri senza fare alcun intervento strutturale. Evidentemente i cittadini di sono accorti che li hanno lasciati soli», sbotta il vicesindaco Roberto Grigoletto, delega alla sicurezza nella giunta del sindaco Manildo. L’11 novembre intanto, probabilmente nella sede della Pastoria Borgo Furo, alle 21, si terrà un incontro pubblico, in cui non si parlerà solo di sicurezza ma anche delle altre questioni rimaste aperte, dagli allagamenti alla viabilità. «Devo dare atto all’amministrazione di essere intervenuta appena ci siamo parlati», dice Francesco Mattia Mari di Ascoltare per costruire, «abbiamo visto più vigili e anche i carabinieri sono andati a parlare con alcuni residenti. Il gazebo della Lega non risolve nulla, è una strumentalizzazione. Ci sono alcuni elettori della Lega al contrario che si sono posti in modo costruttivo, venendo a parlare con noi e con l’amministrazione». (f.c.)

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi