Artisti e designer per Anlaids

IN MOSTRA. Da sinistra la borsa brandina di Marco Morosini e le scarpe di Lucia Veronesi

«Ti amo da vivere», singolare lotteria di beneficenza alla galleria Browning

 Vetri di Sam Baron, decanter di Massimo Lunardon, cani di Giorgia Ricci, shopping bags R41 di Barbara Bongiana, illustrazioni di «Mr No» Isotta Dardilli, le piccole foto di Reed Young, scarpe di Lucia Veronesi, scatole di Antonio Guiotto, installazioni di Roberta Iachini, anelli di Nicola Genovese, scatole di Antonio Guiotto, caraffe di Chiara Odina, borse brandina di Marco Morosini, pezzi unici di Andrea Francesconi, sella da bicicletta di Luca M. Bertoncello, salvadanai di Silke De Vivo, vasi di Valentina Carretta, multipli di Matteo Zorzenoni, disegni di Pietro Bongiana. E ancora serie limitate di Zaven, i pantaloni con bretelle di Matteo Cibic, Anna Perugini con Transitions, Luigina Tusini e le sue ironiche installazioni, gioielli di Roberto Zanon, Gaia Zebellin con borse e t-shirt, Bruno Lorini e le sue cartoline. Questa è la lunghissima lista di opere create da giovani artisti, esposte - insieme a multipli e oggetti di celebri designer - dal 20 novembre al 28 febbraio alla Galleria Browning di Asolo in «Ti amo da vivere», iniziativa che collega l'arte alla solidarietà, in collaborazione con ANLAIDS (associazione per la lotta contro l'AIDS). Opere di valore attorno a cui, nel corso della vernice alle 18.30, si terrà una lotteria-performance degli artisti, con cui raccogliere fondi da destinare a un servizio di supporto psicologico, al day-hospital del reparto malattie infettive di Treviso e rivolti anche alla prevenzione nelle scuole.

Crema spalmabile di lattuga, noci e feta greca

Casa di Vita
Video del giorno

Giulia Stabile dopo Amici torna a scuola: l'applauso dei compagni

La guida allo shopping del Gruppo Gedi