Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Grande festa in casa di riposo

Trecentocinquanta le persone presenti, fra residenti della casa, personale, famigliari, volontari e autorità convenute per la "Festa della Famiglia" tenutasi domenica presso la Fondazione "Casa per...

Trecentocinquanta le persone presenti, fra residenti della casa, personale, famigliari, volontari e autorità convenute per la "Festa della Famiglia" tenutasi domenica presso la Fondazione "Casa per Anziani" Onlus, di Pieve di Soligo. Un appuntamento molto atteso sia dagli ospiti della struttura che dai famigliari, che si ripete ormai da 18 anni. «Ormai ha raggiunto la "maggiore età" la nostra Festa della Famiglia" esclama sorridendo la direttrice della struttura Paola Gaiarin. «Un grosso rin ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Trecentocinquanta le persone presenti, fra residenti della casa, personale, famigliari, volontari e autorità convenute per la "Festa della Famiglia" tenutasi domenica presso la Fondazione "Casa per Anziani" Onlus, di Pieve di Soligo. Un appuntamento molto atteso sia dagli ospiti della struttura che dai famigliari, che si ripete ormai da 18 anni. «Ormai ha raggiunto la "maggiore età" la nostra Festa della Famiglia" esclama sorridendo la direttrice della struttura Paola Gaiarin. «Un grosso ringraziamento va al sindaco di Pieve di Soligo e al dottor Sernagiotto, in rappresentanza della Ulss2». La giornata è iniziata con la santa messa celebrata dal cappellano Don Pietro Varnier, accompagnato dal coro delle "Ugole d'Argento" composto dagli ospiti e dai famigliari della casa di riposo. Nel pomeriggio canti e balli ed una ricca pesca di beneficienza. A concludere le feste, l'esibizione dei ballerini del gruppo multietnico “Tutti i colori del mondo” con i tradizionali balli boliviani, russi e, ovviamente, italiani. L’evento si è reso possibile grazie al contributo di molte associazioni, tra cui l'onnipresente, quando si parla di solidarietà, Gruppo Alpini di Pieve di Soligo che hanno preparato uno spiedo con polenta graditissimo da tutti.