Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Nuovo Pronto soccorso più tutelata la privacy

VITTORIO VENETOUna sala d'attesa più spaziosa e ambulatori risistemati per garantire maggiore privacy ai pazienti che si devono sottoporre ad accertamenti radiologici o specialistici, che prima erano...

VITTORIO VENETO

Una sala d'attesa più spaziosa e ambulatori risistemati per garantire maggiore privacy ai pazienti che si devono sottoporre ad accertamenti radiologici o specialistici, che prima erano costretti ad aspettare nel corridoio. Il Pronto soccorso dell'ospedale di Vittorio Veneto ha deciso di cambiare pelle. A fine settembre, a due mesi dall'apertura del cantiere, saranno ultimati i lavori di restyling. L'ultimo intervento è in programma da mercoledì 12 a mercoledì 19 settembre, gio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VITTORIO VENETO

Una sala d'attesa più spaziosa e ambulatori risistemati per garantire maggiore privacy ai pazienti che si devono sottoporre ad accertamenti radiologici o specialistici, che prima erano costretti ad aspettare nel corridoio. Il Pronto soccorso dell'ospedale di Vittorio Veneto ha deciso di cambiare pelle. A fine settembre, a due mesi dall'apertura del cantiere, saranno ultimati i lavori di restyling. L'ultimo intervento è in programma da mercoledì 12 a mercoledì 19 settembre, giornate nelle quali verrà rifatta la pavimentazione del corridoio tra il Pronto soccorso e l'ingresso TAC-Risonanze magnetiche e timbratori. L'area sarà quindi bloccata al transito di utenti e operatori sanitari. «Ci scusiamo sin da ora per gli eventuali possibili disagi – spiega Michelangelo Salemi, direttore dell’ospedale - saranno realizzati dei percorsi alternativi, esterni, protetti». Oltre al rifacimento del Ps avanzano anche i lavori di adeguamento antincendio dell'ospedale, con la realizzazione dei nuovi sistemi di compartimentazione e rilevazione. «Abbiamo ultimato la compartimentazione del VII piano, ora partiremo con il VI – spiega il direttore del Servizio Tecnico Peter Casagrande - nel periodo estivo siamo stati facilitati dal temporaneo accorpamento di alcuni reparti, che ci ha permesso di lavorare con i locali vuoti. Da ottobre dovremo continuare i lavori in un regime di piena occupazione del nosocomio». —

V.C.