Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mareno di Piave, aggredisce la moglie e scappa con la sua auto

Separazione burrascosa: la donna è stata aiutata dai passanti e medicata al Pronto Soccorso, lui rischia una denuncia  

MARENO. Sfascia l’auto dalla moglie e poi fugge con la stessa vettura. Una violenta lite tra due coniugi in fase di separazione si è verifica giovedì pomeriggio nella zona residenziale di Boccadistrada in via Madonnetta. La donna è stata soccorsa da alcuni abitanti, mentre il compagno è scappato impossessandosi della sua auto e lasciando sul posto la bicicletta con cui era arrivato.

IL FURTO E IL RAVVEDIMENTO. L’uomo, un trentacinquenne di Tarzo, al momento non risulta indagato, poiché l’ex m ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MARENO. Sfascia l’auto dalla moglie e poi fugge con la stessa vettura. Una violenta lite tra due coniugi in fase di separazione si è verifica giovedì pomeriggio nella zona residenziale di Boccadistrada in via Madonnetta. La donna è stata soccorsa da alcuni abitanti, mentre il compagno è scappato impossessandosi della sua auto e lasciando sul posto la bicicletta con cui era arrivato.

IL FURTO E IL RAVVEDIMENTO. L’uomo, un trentacinquenne di Tarzo, al momento non risulta indagato, poiché l’ex moglie deve ancora formalizzare la denuncia. L’aggressore è rinsavito dopo la violenta lite avvenuta in strada ed ha anche restituito il veicolo. Nei suoi confronti potrebbe però arrivare una denuncia per lesioni, minacce e danneggiamenti. La donna infatti è dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso.

SOCCORSA E POI DIMESSA. Ha riportato qualche lieve escoriazione ed è stato dimessa. Il trauma maggiore per lei è stato quello psicologico. I motivi del violento litigio non sono chiari, ma sembra che il legame tra i due fosse ormai ai minimi termini. Quanto avvenuto giovedì è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il trentacinquenne ha spaccato il finestrino dell’auto, in preda ad una rabbia incontrollabile. Non risulta avere precedenti specifici, però avrebbe agito con premeditazione. Alcuni testimoni avrebbero riferito che ha atteso la donna uscisse da un condominio e quindi le si è avvicinato in modo minaccioso, quando stava riprendendo l’auto.

AGGUATO PREMEDITATO. A quel punto ha colpito il lunotto e le urla della donna hanno allarmato i residenti che hanno chiamato le forze dell’ordine. Sul posto è stato richiesto l’intervenuto dei carabinieri e diverse pattuglie si sono messe a caccia del fuggitivo. Nella vettura era rimasto anche il cellulare della moglie. Il trentacinquenne dopo l’episodio ha fatto riavere tutto alla sua ex e non risulta aver commesso dei reati che siano procedibili d’ufficio. Perciò, finché non sarà presentata la querela, gli inquirenti non potranno aprire un fascicolo d’indagine nei suoi confronti, anche se il caso è destinato a far discutere, anche alla luce dei gravi episodi di cronaca di questi giorni nella nostra regione che vedono vittime delle donne. —